OFFIDA – L’8 agosto alle 17 è iniziato ufficialmente l’evento sul vino più importante per la regione marchigiana. In Marche In Vino Veritas (fino al 10 agosto) il vino regionale sarà il protagonista assoluto.

Al convegno all’Enoteca regionale dal titolo “Dal 1968 ad oggi 50 anni di Doc. L’evoluzione della viticultura e della enologia marchigiana”, hanno partecipato oltre cento persone che gravitano nel settore vinicolo.

“Si abbandonano, finalmente i campanilismi – commenta l’Assessore Roberto D’Angelo – per una nuova unione sotto il nome di Marche In Vino Veritas”.

D’Angelo è stato il coordinatore dell’evento in cui sono intervenuti il Sindaco Valerio Lucciarini, il presidente della Camera di Commercio, Gino Sabatini; il presidente della Vinea, Ido Perozzi; il presidente dell’Assoenologi, Luigi Costantini; il presidente Imt (Istituto Marchigiano Tutela Vini)  Antonio Centocanti; il presidente del Consorzio Vini Piceni, Giorgio Savini e il vice presidente della Regione Marche, Anna Casini.

Al termine del convegno, dopo un aperitivo, si sono tenute due verticali molto apprezzate dai presenti: una degustazione guidata  sul pecorino (Cocci Grifoni) e l’altra sul Verdicchio (Garofoli).

Nei prossimi giorni, il 9 e il 10 agosto, la formula del Marche In Vino Veritas si allargherà a un pubblico più vasto con una degustazione di tutti i vini marchigiani per i vicoli del borgo storico di Offida.  All’ingresso della Città (Monumento dei Caduti) e in Piazza del Popolo ci saranno due “casse” per cambiare il denaro in gettoni (1 gettone, 1 euro), con cui si potrà degustare il vino che si preferisce tra le tante proposte e street food. Ogni visitatore sarà fornito di una sacca e di un calice in vetro (cauzione di 5 euro) che potrà essere trattenuto o riconsegnato a fine serata. I ristoranti offidani presenteranno un proprio menu senza “passare con il gettone”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 126 volte)