Ascoli Piceno, campionato Serie B 2018/19. I giornata, al “Del Duca” alle 21.00  i bianconeri in notturna affrontano il Cosenza.

Prima del match applauso di tutto lo stadio e fiori sotto la curva cosentina per ricordare la tragedia del Pollino, di qualche giorno fa. Prima dell’inizio un minuto di silenzio per ricordare le vittime di Genova e Cosenza. In tribuna presente anche Alessandro Nesta, allenatore del Perugia.

FORMAZIONI

ASCOLI CALCIO 1898 (3-5-2): Perucchini; Padella, Brosco, Quaranta; Kupisz (11′ s.t. Frattesi), Baldini, Zebli, Cavion, D’Elia (22’s.t. Ninkovic); Ardemagni, Beretta (32’s.t. Ganz). A disposizione: Lanni, Scevola, Valentini, De Santis, Addae, Valeau, Casarini, Parlati, Tassi. Allenatore: Vivarini

COSENZA (3-5-2): Saracco; Capela, Dermaku, Legittimo; Corsi, Verna, Mungo, Garritano (13’s.t. Palmiero), D’Orazio (35’s.t. Idda); Maniero (22’s.t. Perez), Tutino. A disposizione: Cerofolini, Tiritiello, Anastasio, Pascali, Schetino, Varone, Bearzotti, Di Piazza, Baez. Allenatore: Braglia
Arbitro:  Volpi della sezione di Arezzo
RETI: 18′ Maniero, 48’s.t. Brosco
AMMONIZIONI: Maniero (C.), Dermaku (C.), Tutino (C.), Zebli (A.), Brosco (A.)
SPETTATORI: 5.852 – INCASSO: tot. 47.630,00 euro
NOTE: 1′ recupero nel primo tempo, 6′ recupero nel secondo tempo
CRONACA DEL MATCH
28′ GOOOOOOOOOOOOOOOOOOL  Brosco, Corner di Frattesi e colpo volante di Brosco di destro che infila sotto la traversa
45′ Capela si invola sulla fascia, cross al centro rovesciata di Tutino e parata di Perrucchini che mette in corner
41′ Frattesi in dribbling davanti l’area di rigore guadagna una punizione interessante, tiro respinto e l’Ascoli reclama un rigore per fallo su Ganz
38′ cross di Cavion dalla sinistra, testa di Ardemagni e palla in rete, gol annullato per offside
34′ cross di Ninkovic e colpo di testa di Brosco che sfiora la traversa
33′ cross di Ninkovic e girata al volo di Ardemagni in area deviata dal portiere, dal corner l’Ascoli reclama poi un rigore per fallo di mano
24′ grande azione di Frattesi che si invola sulla fascia supera in velocità due difensori e crossa al centro, la semirovesciata di Cavion termina troppo alta
9′ ancora un intervento falloso di Tutino che ferma Cavion, viene ammonito e punizione per l’Ascoli ancora dalla destra dell’area, cross di CAvione e scorpione di Kupisz palla sul fondo
6′ punizione per l’Ascoli dal limite destro dell’area, respinge la difesa e parte un pericoloso contropiede del Cosenza che guadagna un corner
1′ punizione per l’Ascoli, tiro potente respinge Sarracco
SECONDO TEMPO
46′ termine della prima frazione
44′ punizione per l’Ascoli dai 30 metri da posizione centrale, tira Brosco respinge la barriera
42′ ammonito Dermaku per fallo su Zebli a centrocampo
41′ ammonito Maniero per proteste
37′ ancora difesa ascolana titubante, ne aprofitta Garritano per cercare la soluzione ma Maniero non riesce ad infilare in rete
35′ cross di Cavion, Ardemagni ci prova di testa ma Sarracco è bravo ad anticipare
30′ Maniero vede Perrucchini fuori dai pali e ci prova con un tiro dai 40 metri, palla che termina di poco a lato
25′ tiro velleitario di Ardemagni dal limite, para Sarracco
23′ ancora pericoloso il Cosenza, che buca la difesa bianconera con Tutino, Perrucchini para.
22′ Ardemagni si invola sulla fascia sinistra, strattonato guadagna una punizione da posizione interessante al limite dell’area. Batte D’Elia, cross al centro colpo di testa di Quaranta, para Sarracco
18′ GOL COSENZA. incursione in area del Cosenza, palla al centro e gol di Maniero che infila di prima a pochi metri dalla porta
15′ Ascoli che sfiora il gol due  volte, tiro di Ardemagni e  respinta di Saracco, sulla ribattuta ci prova Cavion dall’altezza del dischetto ma Legittimo salva sulla linea
10′ serie di corner per l’Ascoli ancora pericoloso in area sulle palle inattive
8′ Ascoli pericoloso in area, ottima incursione di Kupisz che mette al cento per Beretta, tap in respinto dalla difesa
4′ intervento duro su Zebli che rimane a terra a centrocampo, punizione per l’Ascoli
2′ tiro di Tutino dal limite, palla sul fondo

Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.