ASCOLI PICENO – Se oggi gli occhi di tutto il mondo sono puntati sul pilota di Moto2, l’ascolano Romano Fenati, purtroppo non per meriti sportivi ma per un gravissimo gesto (in gara aveva tirato il freno al mezzo dell’avversario Stefano Manzi), nella mattinata del 10 settembre giungono parole, stavolta, dolci per un altro talento del nostro territorio.

Parliamo, stavolta di calcio e di Mattia Destro. Il Corriere dello Sport, nella giornata odierna, ha rilasciato un’intervista al presidente del Genoa Enrico Preziosi in vista della sfida di serie A tra Genoa e Bologna. Il numero uno ligure fu il primo a puntare sull’attaccante ascolano nel 2010, prelevando dal settore giovanile dell’Inter. E nel giornale cartaceo rivela che l’avrebbe voluto nuovamente in squadra, quest’anno poiché lo considera ancora importante.

“Ero sicuro, nel 2010, che diventasse un grande centravanti – le parole di Preziosi riportate dal cartaceo – L’avrei voluto nuovamente a Genoa per le sue qualità, la sua rabbia in area. Il Bologna ha fatto saltare la trattativa (n.d.r. scambio con Gianluca Lapadula, ex Teramo, Pescara e Milan). A meno che non sia stato lo stesso Destro a non volersi muovere da Bologna per qualche motivo personale”.

Preziosi al giornale romano aggiunge: “Il ragazzo è ancora giovane e può dimostrare ancora le sue qualità. Risentiamoci tra due o tre anni. Giorgio Perinetti dice che in questi anni non si è voluto bene? Non so se sia un discorso caratteriale o di equilibri, sta di fatto che da quando ha lasciato la Roma per il Milan si è smarrito. Deve convincersi una volta per tutte di poter essere un campione così avrà la voglia di crescere e migliorare e di non accontentarsi”.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 275 volte, 1 oggi)