ASCOLI PICENO – L’impegno della Cna di Ascoli per sostenere il credito alle imprese del Piceno. “I dati dei primi sei mesi del 2018 – spiega il direttore generale della Cna territoriale, Francesco Balloni – indicano che l’erogazione di credito nella nostra provincia si è ulteriormente contratta. Ora più che mai, quindi, l’azione dell’Associazione deve essere forte e incisiva per indicare alle aziende linee di finanziamento che sono già attive e che possono essere funzionali alla crescita”.

Primo appuntamento, di questa serie di incontri informativi che la Cna, coinvolgendo funzionari e tecnici di Srgm, terrà su tutto il territorio, lunedì 24 settembre, alle ore 21, nella sala consiliare del Comune di Castel di Lama.

Le linee di finanziamento attive, e che maggiormente possono sposarsi con le esigenze di fondi delle micro e piccole imprese, si muovono sostanzialmente su due filoni. Il primo riguarda sempre il post terremoto e la possibilità di intervenire sui danni indiretti – cioè il calo di fatturato – determinati dal sisma. Il secondo filone entra, invece, più nello specifico delle politiche di crescita aziendale. Si tratta, infatti, di finanziamenti che, a seconda delle esigenze, attraversano una vasta gamma di attività e di azioni.

AZIONI FINANZIABILI Possono essere ammessi alle agevolazioni i progetti che prevedono la realizzazione di investimenti produttivi, prioritariamente negli ambiti tecnologici individuati dalla “Strategia per la ricerca e l’innovazione per la specializzazione intelligente della Regione Marche”, finalizzati a: Creazione di una nuova unità produttiva; Ampliamento di un’unità produttiva esistente; Diversificazione della produzione mediante prodotti aggiuntivi; Ristrutturazione di un’unità produttiva esistente; Acquisizione di un’unità produttiva esistente, di proprietà di un’impresa non sottoposta a procedure concorsuali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.