ASCOLI PICENO – E’ stata presentata oggi 26 settembre la premiazione del concorso nazionale di composizionePoesia in musica: verso l’Assoluto di Mauro Crocetta” che si svolgerà sabato 29 settembre alle ore 18 presso la sala della Vittoria in Pinacoteca Civica di Ascoli Piceno. Durante l’evento verrà inoltre consegnato il “Premio Cultura” 2018 all’ambasciatore Giorgio Girelli, presidente del conservatorio “G. Rossini” di Pesaro.

Il Presidente della Fondazione Crocetta Maria Rosaria Sarcina: “Questo concorso nazionale è stato organizzato in collaborazione con l’istituto Spontini ed era aperto a tutti i conservatori d’Italia. Il bando prevedeva che una poesia di Crocetta stimolasse una composizione musicale, è un concorso atipico, parte da una poesia e da essa i ragazzi dovevano trovare l’ispirazione. Le composizioni sono arrivate da tutta Italia, tutte da giovanissimi nati negli anni 90’ ma con curricula rilevanti”.

Tra i 5 finalisti – prosegue Maria Rosaria Sarcina – Carmen Fizzarotti di Bari, Schiva Mukherjee di Castelferretti (AN), Gabriele Ravizza di Osio Sopra (BG), Jacopo Simoncini di Sarzana (SP) e Luca Tacchino di Milano, saranno scelti 3 vincitori, nella serata ogni partecipante presenterà la sua composizione ed i termini sentimentali che li hanno spinti a comporre; a suonare le loro composizioni ci saranno i maestri dello Spontini. Le opere non sono state inviate con nomi e cognomi ma con un motto, la giuria non sapeva quindi di chi fossero. La commissione si riunirà la sera stessa e deciderà i vincitori a cui andrà un certificato di merito, la pubblicazione delle composizioni e un contributo in denaro, 300 euro al primo, 200 al secondo e 100 al terzo classificato”.

Durante la manifestazione verrà inoltre consegnato il “Premio Cultura” 2018 – continua il presidente della Fondazione Crocetta – che quest’anno andrà all’ambasciatore Giorgio Girelli, nei 150 anni dalla morte di Rossini, quale cultore ed artefice dell’immagine rossiniana nel mondo. Ci sarà poi un momento di poesia e teatro, curato da Paolo e Francesco Aceti della scuola di pedagogia teatrale di Ripatransone, con l’interpretazione di “Canto nuziale”, composizione lirica che Mauro Crocetta scrisse nel 1968 il giorno delle nostre nozze e che assume un significato speciale ricadendone il cinquantesimo anniversario”.

La Coordinatrice dell’Istituto Musicale Gaspare Spontini Maria Puca: “Ringrazio l’assessore e l’amministrazione, il comune di Ascoli è uno dei maggiori sostenitori dell’iniziativa, anche il sindaco Castelli ha creduto nel progetto fin dall’inizio. Questo è un progetto unico nel panorama nazionale, ci siamo fatti carico noi dello Spontini di far eseguire queste composizioni dai nostri docenti, non è semplice perché è un linguaggio moderno, vogliamo incentivare i giovani alla composizione con in nuovi canoni musicali”.

Il contributo dello Spontini – prosegue Maria Puca – è stato anche quello di portare il Conservatorio Rossini con sui siamo convenzionati dal 2010. Sarà una serata ricca di iniziative e di suggerimenti derivanti dall’ascolto delle composizioni, ci sarà un momento di danza curato da noi che aprirà la serata e che farà da overture; due nostri ex allievi allieterà il pubblico mentre la commissione si riunirà. Sarà una serata ricca di spunti dedicata alla bellezza con danza, musica, poesia mettendo in primo piano i giovani, i giovani che si impegnano e si sacrificano”.

L’assessore alla cultura Piersandra Dragoni: “Questa amministrazione ha creduto moltissimo in questo progetto, il mio predecessore Giorgia Latini si è impegnata moltissimo e ci teneva che questa iniziativa continuasse. Ho avuto la fortuna di conoscere Crocetta di persona, leggevo le sue composizioni, era un artista versatile, era uno sceneggiatore, uno scrittore, uno scultore oltre che un poeta. Per me è stata un’emozione partecipare, è bello anche il messaggio di questo evento: quando arti diverse si incontrano nascono cose esplosive. C’è stata una risposta a livello nazionale e la cosa ci rende orgogliosi, pensare che la poesia ha stimolata una composizione è emozionante”.

Le composizioni finaliste sono per strumento solista, per duo e trio, a scelta tra violino, violoncello, flauto, clarinetto e pianoforte, eseguite da maestri musicisti dell’Istituto G. Spontini di Ascoli Piceno: Alberto Albanesi (clarinetto), Francesco Albertini (clarinetto), Mauro Baiocchi (flauto), Federico Bracalente (violoncello), Stefano Corradetti (violino) e Umberto Laureti (pianoforte).

La giuria che decreterà i vincitori sarà composta da: Lamberto Lugli, direttore artistico del concorso, compositore e del Conservatorio di Pesaro; Federico Briscione, compositore del Conservatorio di Bari; Filippo Maria Caramazza, direttore d’orchestra; Roberto Andreoni, compositore e direttore IES Abroad di Milano; Francesca Virgili, compositrice dell’Istituto Spontini. Per la votazione finale dei primi tre classificati si aggiungeranno due membri della Fondazione Crocetta: Stefano Papetti, direttore del comitato scientifico, e Maria Rosaria Sarcina, presidente della Fondazione.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.