ASCOLI PICENO – Angelo Flaiani, sindaco di Folignano e presidente della Conferenza dei Sindaci “apre” alla possibilità di pervenire a un nuovo voto sulla localizzazione del nuovo ospedale, percorso che vorrebbe intraprendere la costa, con San Benedetto capofila.

Oggi i sindaci del Piceno si sono incontrati di nuovo. Presso la sede del Piceno Consind hanno infatti discusso del piano sanitario regionale per l’area vasta 2018-2020. Davanti al nuovo direttore Cesare Milani, alla dirigente Asur Lucia Di Furia e al presidente della commissione sanità del consiglio regionale Fabrizio Volpini sono infatti state illustrate le slides del nuovo piano regionale, ancora una bozza però. A seguito gli interventi dei sindaci.

Niente discussione approfondita sull’ospedale Unico però. “Qualcuno ne ha parlato nel suo discorso ma mancando la parte politica della Regione (Casini e Ceriscioli) non si è affrontato il tema” dice ai nostri microfoni proprio Angelo Flaiani, il presidente della conferenza. Il sindaco di Folignano, poi, su nostra specifica domanda si esprime sulla possibilità di un nuovo voto sulla localizzazione dell’ospedale di futura costruzione.

“Se dai sindaci, anche da una minoranza di loro, arriva una proposta di votare di nuovo può essere presa in considerazione” ci dice. “Il nostro è un organo consultivo e non vincolante per la Regione Marche” prosegue “se arriva una nuova discussione, anche se si è già votato sul tema, non mi opporrei e non vedo perché dovrei farlo”. 

“La Regione ha dato mandato a noi sindaci di esprimerci” ricostruisce Flaiani riferendosi al valore “simildecisiorio” che Ceriscioli ha voluto dare al voto dello scorso 2 agosto.”Se il territorio vuol fare marcia indietro non sono io che dirò di no. Poi sarà la Regione a prenderne atto” continua Flaiani che, sulla questione, ha anche una sua precisa visione: “Su questo tema più se ne discute e meglio è. Il problema è che noi in questi anni non abbiamo discusso, nascondendoci dietro discorsi politici. Faceva comodo a tutti che la patata bollente la gestisse la Regione” insiste il sindaco di Folignano “per me invece i sindaci devono metterci la faccia. Però dobbiamo fare in fretta” è il suo monito “altrimenti sembra che vogliamo fare melina per non prenderci responsabilità o per ritardare l’iter”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.