ASCOLI PICENO – In ricordo di William Scalabroni e di tutti i giovani che onorarono Ascoli e la Resistenza nella battaglia di San Marco del 3 ottobre 1943. La Celebrazione dei fatti della Resistenza del 3 ottobre ha avuto inizio, come di consueto, dinanzi al Palazzo del Governo dove sono stati resi gli onori militari alla corona d’alloro apposta sulla facciata. Quindi le autorità civili e militari si sono trasferite a Piazza Roma, dove è stato reso omaggio alla corona deposta al monumento ai caduti. Sono intervenuti il prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella, la vice presidente della Provincia Valentina Bellini, l’assessore Giovanni Silvestri per il Comune di Ascoli Piceno, la vice Presidente della Regione Marche Anna Casini, il consigliere regionale Piero Celani e i massimi rappresentanti delle forze dell’ordine, delle forze armate, dell’Anpi e delle associazioni combattentistiche.

Successivamente le autorità si sono spostate sul Colle San Marco dove, dopo la tappa presso il cippo e al monumento ai caduti, la giornata si è conclusa al sacrario con gli interventi dei rappresentanti istituzionali e la santa messa. A Colle San Marco erano presenti oltre 200 studenti provenienti dalle scuole D’Azeglio e Ceci, dell’Isc Luciani – San Filippo, dal Liceo Scientifico “Orsini”, dal Liceo Artistico “Licini” e dall’Ipsia “Guastaferro” di San Benedetto del Tronto. Presente anche una delegazione giunta da Roma dell’Anpi “Aurelio Cavaleggeri” guidata dal presidente Ugo Fanti.

“Oggi è un giorno particolare in cui ricordiamo tanti giovani che si sono battuti in questi luoghi carichi di dolore e sofferenza – ha sottolineato il Prefetto Stentella – non si tratta di un esercizio retorico, ma costituisce un nostro dovere perché fu proprio grazie al loro sacrificio che oggi possiamo liberamente parlare di democrazia, di uguaglianza, di diritti inviolabili e di libertà”.

“Questa data ci induce ad una grande riflessione soprattutto voi studenti che siete convenuti qui dopo un percorso didattico dedicato ai fatti accaduti a San Marco e in altre zone della nostra città” ha evidenziato l’assessore Silvestri che ha menzionato commosso “William Scalabroni, persona semplice, schietta e di grandi doti umane e comunicative a cui il Comune ha dedicato il giardino di P.zza Immacolata”.

La Vice Presidente della Provincia Bellini ha ricordato il valore della memoria che è “collegata al cuore delle persone” esortando “i giovani a farsi portatori dei grandi ideali che devono essere sempre preservati in ogni momento storico” ed ha terminato il suo intervento con un ricordo personale di William Scalabroni “che credeva fortemente nel valore educativo della scuola e delle istituzioni.”

Il Presidente dell’Anpi Provinciale Perini ha rivolto il suo particolare saluto ai giovani “che devono essere i primi protagonisti della difesa degli ideali di democrazia e di libertà” ed ha posto l’accento “sul grande valore della memoria da cui occorre attingere per evitare di commettere gli errori del passato e di ripetere invece le cose positive”.

La cerimonia ha visto infine vari interventi dei ragazzi che hanno proposto esperienze e componimenti sui temi della Resistenza e della Pace.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.