ASCOLI PICENO – Alla vigilia del match tra i bianconeri di mister Vivarini  e il Foggia di mister Grassadonia, di sabato 6 ottobre, il tecnico dell’Ascoli analizza la situazione della squadra e la partita che sarà. Sono attualmente 202 i biglietti venduti ai tifosi ascolani per il Settore Ospiti dello Zaccheria, che sarà gremito, previsto il record stagionale di spettatori. I rossoneri hanno sempre vinto nei 5 precedenti in Puglia contro l’Ascoli.

Assenti Valentini, D’Elia, Ngombo, Carpani, Ardemagni e Ingrosso. Ci sarà per la prima volta in panchina anche Scevola, 4 dunque i portieri convocati.

Anche patron Pulcinelli ieri ha incitato da vicino la squadra durante l’allenamento e ha confermato la sua presenza in tribuna a Foggia, ha poi pubblicato anche il video nel suo profilo Instagram. Le sue parole: “Il Foggia è una squadra allestita bene e che, se non avesse otto punti di penalizzazione, sarebbe in una posizione di classifica più elevata, è fondamentale che viviamo questa sfida come stimolo per dimostrare a noi stessi e a chi ci guarda se riusciamo a fare quel salto di qualità che ci occorre o se resteremo  a metà. In me c’è la mentalità del vincente, di chi, quando fa le cose, vuole arrivare a traguardi importanti.

Devo ringraziarlo – afferma il tecnico dell’Ascoli – perché ieri ci ha fatto visita e ci ha dato energia e positività. La squadra è vero sta crescendo. Nella quadratura ma manca secondo me essere una squadra vincente che ci convinca di essere una squadra di livello e speriamo di fare questo salto di qualità.”

Il presidente ha detto che ha molta fiducia in lei e che è felice della squadra che l’Ascoli sta diventando, appello anche ai tifosi 13esimo uomo in campo: “Anche noi abbiamo un pubblico importante come quello di Foggia, abbiamo voglia di fare bene la squadra continua a migliorare e siamo consapevoli che sarà una che partita difficile. Il loro presidente ha detto che sarà una battaglia? Noi andremo per fare una gran partita. Sarà il campo a parlare saremo 11 contro 11.”

Praticamente annullata dai punti realizzati la penalizzazione in classifica per il Foggia che ora è a +1, mentre l’Ascoli imbattuto da 3 turni ha vinto solo con il Lecce. Un attacco un pò sterile dove pesa l’assenza di Ardemagni: “Manca la spavalderia. Manca la sicurezza e la mentalità vincente. Dobbiamo essere concentrati, la fase difensiva è forte perché tutta la squadra lavora per il non possesso palla anche i nostri attaccanti.”

Torna anche Beretta, ex di turno: “Si è allenato ha recuperato dalla sciatalgia. Anche Rosseti è tornato, Lanni invece ancora non è pronto. Assenza che pesa certo anche quella di D’Elia. Abbiamo Quaranta che può far bene è anche mancino.”

“Siamo in una situazione di classifica che non preferisco. Vincere sarebbe un’iniezione di fiducia. Loro sono ben organizzati sulla fase del possesso palla. Guadagnano bene campo e in avanti creano molti problemi.”

 


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 74 volte, 1 oggi)