ANCONA – Il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli è contento che nella nomina del nuovo commissario alla ricostruzione post sisma la scelta sia caduta su un marchigiano: Piero Farabollini, originario di Treia, docente Unicam e presidente dell’Ordine dei Geologi delle Marche.

“Spero che questa faccia capire a Roma – dice all’Ansa – che nelle Marche ci sono stati i danni maggiori, per estensione territoriale (quattro province su cinque fanno parte del cratere), per numero di sfollati, per tutto quello che c’è da ricostruire”.

“Conosco benissimo il suo valore e spero ci possa essere una grandissima collaborazione con l’università che è un motore, un polmone di sviluppo per la rinascita dei territori colpiti dal sisma”. Queste, invece, le parole del rettore dell’Università di Camerino, riportate dall’agenzia di stampa, dove il nuovo Commissario straordinario per la ricostruzione post sisma Piero Farabollini, che è presidente dell’Ordine dei Geologi delle Marche, insegna geografia e geomorfologia nella sezione di Geologia di Unicam.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.