TERAMO – “Particolare attenzione nella regolamentazione del transito dei veicoli pesanti, in particolare su 8 viadotti che, come dimostrato nelle verifiche di sicurezza, inducono sollecitazioni critiche specialmente agli impalcati e alle solette, sulla A24 e A25″.

È una delle 5 prescrizioni contenute nella relazione firmata, e diramata da una nota dell’Ansa, dal dirigente del Mit, Placido Migliorino, e consegnata al ministro Danilo Toninelli, e alle quattro prefetture abruzzesi, rivolte alla concessionaria Strada dei Parchi.

“È verosimile l’ipotesi che al primo maggio 2019 le autostrade A24 e A25 non saranno in regola, con l’ obbligo di adeguare entro il 30 aprile le 54 gallerie, considerando che l’esecuzione dei lavori non sia compatibile con il tempo residuo – si legge nella relazione tecnica e rilanciata dall’agenzia di stampa – In caso contrario potrebbe essere necessario interdire le tratte interessate da queste gallerie. Le valutazioni tecniche sulle relazioni di Strada dei Parchi a seguito delle visite ispettive, non possono considerarsi esaustive della revisione proposta dal Consiglio superiore dei lavori pubblici alla luce delle nuove norme tecniche emanate nella circolare dallo stesso Consiglio superiore nel 2018 ma solo preliminari per individuare eventuali interventi di mitigazione nelle more che sia esercitata la revisione tecnica complessiva di che trattasi, da eseguirsi a cura dei revisori nominati da codesta Direzione generale”.

“Il sottoscritto – scrive Migliorino – non ha condiviso le conclusioni del concessionario secondo cui i viadotti possano ritenersi adeguatamente sicuri nei confronti delle azioni esterne e dei carichi permanenti. Al contrario, l’avanzato stato di degrado manutentivo riscontrato rendeva necessario un immediato intervento di ripristino e consolidamento delle strutture, oltre che un approfondimento di calcolo”.

I sopralluoghi, anche con l’utilizzo di droni, hanno interessato 87 opere, di cui due con frane, dei 339 viadotti delle A24 e A25 e sono stati effettuati tra il mese di settembre e ottobre. Il dirigente ritiene “parziali le metodiche dei controlli utilizzati da Sdp”, scrive ancora Migliorino.

Intanto, per accertamenti tecnici a un viadotto autostradale sovrastante i binari, dalle 10.55 la circolazione ferroviaria è sospesa, fra Anversa e Cocullo, sulla linea Sulmona-Avezzano. Lo rende noto Rfi riferendo della richiesta di intervento dei tecnici del concessionario autostradale. È stato attivato un servizio sostitutivo con autobus fra Sulmona e Avezzano.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 61 volte, 1 oggi)