ANCONA – “E’ stata una grande operazione strategica. Dopo anni di incuria, grazie ad un percorso voluto fortemente dalla Regione ed iniziato con il governo precedente, siamo riusciti a portare a casa questa importante partita per cui tanti km tornano in capo ad Anas. Per la Regione un bel risultato nella convinzione poi che la stessa Anas possa continuare ad investire sulla riqualificazione di queste strade come sta già facendo. Da parte nostra possiamo concentrare le risorse sulle strade regionali”.

Così il presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli in merito al trasferimento all’Anas di 463 km di strade di proprietà della Regione Marche ex Anas ereditate dalle Province. Il passaggio di consegne è avvenuto ufficialmente questa mattina, 24 ottobre ad Ancona, in attuazione del decreto del presidente del Consiglio dei ministri del 20 febbraio 2018. Erano presenti il direttore regionale dell’Agenzia del Demanio Giuseppe Tancredi, il responsabile area compartimentale Marche dell’Anas SpA Paolo Testaguzza, il dirigente del Servizio Tutela gestione e assetto del territorio della Regione Marche Nardo Goffi ed il funzionario Marina Marcozzi.

“La Regione Marche – ha aggiunto la vicepresidente Anna Casini – è stata una tra prima Regioni italiane che già dal 2016 aveva avviato tale percorso di riclassificazione di circa 800 chilometri di strade provinciali cd ex Anas, a sostegno delle Province che avevano subito gravi decurtazioni di risorse tali da rendere impossibile l’esecuzione dei necessari interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sulla rete viaria fondamentale per lo sviluppo del territorio”.In tale ottica la Regione aveva acquisito nel 2017 in proprietà dalle Province circa 800 chilometri di strade dei quali 463 con l’odierna firma del verbale di consegna torneranno in proprietà ad Anas ed i restanti chilometri saranno gestiti in convenzione da Anas SpA per conto della Regione Marche.

Oggetto del trasferimento sono la ex SS 3 Flaminia (Km: 45+306), la ex SS 77 dir della Val di Chienti (km 7+548) , la ex ss 77 dir della Val di Chienti (km: 8+873); la ex SS 78 Picena (km 68+299), la SP 237 bis (km: 6+254); la ex SS 210 Fermana – Faleriense (km 47+306); la ex SS 256 Muccese (km: 38+650, la ex SS 259 Vibrata (km: 5+634) la ex SS 361 Septempedana (km 62+370), la ex SS 362 Jesina (km: 33+373); la ex SS 423 Urbinate (km 22+156), la ex SS 424 Della Val Cesano (km 55+435), la ex ss 433 di Val D.Aso (km 42+393), la ex SS 452 della Contessa (km 2+485), la ex SS 571 Helvia Recina (km 14+656), la ex S.P. 181 Variante di Villa Potenza (km 2+680).


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 112 volte, 1 oggi)