ASCOLI PICENO – Il Consiglio di Stato ha sospeso la sentenza del TAR che aveva riaperto alla possibilità di una Serie B a 22 squadre.

Accolta l’istanza di sospensiva cautelare presentata dalla Lega contro il provvedimento del TAR del Lazio che invece riapriva alla possibilità di un campionato a ventidue squadre.

In questo modo tornano quindi pienamente in vigore le decisioni assunte lo scorso 13 agosto dal commissario della FIGC Fabbricini, compreso il blocco dei ripescaggi e la Serie B a 19.

Il Consiglio di Stato ha ritenuto che “non appare sussistere un sufficiente fumus boni iuris in merito all’effettivo superamento, da parte del Commissario Straordinario della F.I.G.C. nell’adozione degli atti impugnati, dei limiti della delega conferitagli”.

Inoltre “nel dovuto bilanciamento tra gli interessi contrapposti, quello generale alla sicurezza e garanzia del regolare ulteriore svolgimento dei campionati ormai già in corso allo stato permane prevalente, anche per la sua ora accentuata caratterizzazione”.

Il caos continua e probabilmente non finirà qui.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.