ASCOLI PICENO – PARLA IL SEGRETARIO PROVINCIALE DEL PD MATTEO TERRANI. “Questa è la vittoria del territorio Piceno che ha creduto nel candidato Fabiani e ha voluto completare l’opera di risanamento iniziata da Paolo D’Erasmo. Il Pd ha costruito una larga coalizione, un centrosinistra ampio e attrattivo di tante realtà civiche. Abbiamo ottenuto un risultato oltre le previsioni che migliora il dato di 2 anni fa (rinnovamento del consiglio provinciale n.d.r.), quando ad esempio a Castel di Lama non c’erano i 5 Stelle.”

AGGIORNAMENTO ORE 21 E 40. VINCE FABIANI. Sergio Fabiani, sindaco di Montegallo è il nuovo presidente della Provincia, che si conferma a targa Pd. Fabiani ha ottenuto 214 voti mentre il candidato della lista n. 2 Pasqualino Piunti, sindaco di San Benedetto del Tronto ha conseguito 138 voti. Pertanto, in base al calcolo del voto ponderato, il neo-presidente Fabiani ha ricevuto 46.922 voti pobderati mente il sindaco Piunti ne ha ottenuti 39.386.

 

AGGIORNAMENTO 21  30. Fabiani, candidato del Pd, è  ancora avanti 42mila voti ponderati a 34mila.

AGGIORNAMENTO ORE 21 E 20. Sergio Fabiani è avanti 29mila voti ponderati a 19mila in questo momento.

INIZIA LO SCRUTINIO (FOTO)

AGGIORNAMENTO ORE 20. I GRILLINI NON HANNO VOTATO – Le urne sono chiuse e da quanto appreso nessun consigliere dei 5 Stelle è andato a votare mentre sono 358 su 426 i consiglieri che complessivamente si sono recati alle urne, pari all’84 % di indice di affluenza.

Decisione quantomeno particolare quella dei grillini, visto che lunedì sera c’era stata una riunione ad hoc che aveva deliberato per la libertà di scelta dei consiglieri dopo una querelle nata a seguito di un post sul Blog nazionale. Neppure il sindaco di Castel di Lama, l’unico primo cittadino “giallo” della Provincia, si è recato alle urne. Sentito da Picenooggi.it proprio Mauro Bochicchio ci dice: “Dopo alcuni tentennamenti anche io ho deciso di restare a casa. A quel che mi risulta nessun consigliere 5 Stelle ha votato oggi”.

AGGIORNAMENTO ORE 18 – Alle 17 e 30 ha votato il 55% dei 426 aventi diritto fra consiglieri comunali e sindaci della provincia di Ascoli.

AGGIORNAMENTO AFFLUENZA ORE 16: Alle ore 12 aveva votato il 20% dei consiglieri mentre alle 15 e 30 il dato è salito al 42%.

ORE 16 e 45. Urne aperte dalle 8 alle 20 per le elezioni provinciali che interessano un po’ tutta Italia e che nelle Marche portano al voto tutte le province. A Fermo e Macerata si rinnovano solo i consigli perché i presidenti (Caligola e Pettinari) rimangono in carica per altri due anni. Nelle province di Ancona e Pesaro non c’è concorrenza invece perché c’è un solo candidato: si tratta rispettivamente Luigi Cerioni e Giuseppe Paolini, entrambi di area Pd.

La provincia di Ascoli è l’unica, invece, che riserva una sfida fra il sindaco di Montegallo Sergio Fabiani (Pd) e quello di San Benedetto Pasqualino Piunti (Forza Italia). Ricordiamo che si tratta di elezioni di secondo livello, o indirette, visto che a seguito della riforma Delrio, per il rinnovo delle cariche dell’ente non votano i cittadini ma solo i consiglieri comunali e i sindaci. Nel Piceno interessati i 426 consiglieri e sindaci legati ai 33 comuni del territorio.

LA LISTA DEI 426 CONSIGLIERI COMUNALI E SINDACI AVENTI DIRITTO DI VOTO


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.