CIVITANOVA MARCHE – I militari del Nucleo Mobile della Compagnia di Civitanova Marche, nell’ambito dei servizi connessi al dispositivo di contrasto ai traffici illeciti, hanno intensificato le attività di controllo del territorio, concludendo, nel fine settimana, operazioni a contrastato del traffico di stupefacenti.

In una via cittadina adiacente al lungomare Piermanni, hanno fermato un’autovettura condotta da un tunisino di 25 anni, domiciliato a Civitanova Marche ma residente a Sant’Elpidio a Mare nel Fermano. Nel corso del controllo, l’unità cinofila antidroga, di supporto alla pattuglia operante, ha segnalato con insistenza che il soggetto aveva avuto da poco contatti con sostanze stupefacenti.

Ciò ha indotto i militari ad approfondire la posizione del tunisino e, nel corso della successiva perquisizione presso il domicilio di Civitanova Marche, sono stati rinvenuti e sequestrati 6,5 grammi di cocaina, mentre occultato sotto il materasso è stato trovato un coltello tipo militare con una lama da 25 centimetri, oltre a 1.290 euro in contanti, presumibilmente proventi dello spaccio.

Gli indizi acquisiti nel corso della perquisizione hanno indotto i militari ad estendere le attività anche presso la residenza del tunisino a Sant’Elpidio a Mare. Qui i finanzieri hanno identificato un secondo tunisino di 19 anni, al quale sono stati sequestrati 97 grammi di hashish, poco più di 11 grammi di marijuana e un bilancino di precisione. Sono stati anche sequestrati 18 proiettili per armi da guerra illegalmente detenuti.

Entrambi i tunisini, con piccoli precedenti alle spalle, sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.