ASCOLI PICENO – In questi giorni il pilota di moto ascolano, Romano Fenati, è stato fermato con l’auto sull’A14 e multato per eccesso di velocità dalla Polizia Autostradale nel Maceratese.

Il centauro ha anche avuto un diverbio con uno dei due agenti durante la compilazione del verbale.

Su Instagram Romano Fenati si è difeso, dalle polemiche giunte sui Social quando si era diffusa la notizia, con tanto di foto del verbale. Nel post l’ascolano afferma: “Mi stavo recando da mio nonno all’ospedale di Ancona che si trova in fin di vita. E stato operato e ha avuto delle complicazioni e mi hanno detto di venire con urgenza. Ammetto il mio errore ma ero agitato perché mio nonno è una delle persone più importanti della mia vita”.

Sulla lite con un agente l’ascolano dichiara: “Il comportamento di uno di loro mi ha indispettito e da lì è nato il diverbio acceso e irreale. Trattamento allucinante”.

Il pilota ha pure dichiarato: “Ovviamente qualsiasi cosa farò dovro stare attentissimo. Sono stato troppo a lungo nell’occhio del ciclone (n.d.r. per il noto fatto di Misano in Moto2) per non essere considerato un’occasione di comunicazione per chiunque”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.