ASCOLI PICENO – L’Ascoli ha ripreso a lavorare dopo il pareggio per 1-1 di Pescara e si prepara alla gara interna contro lo Spezia di sabato 1° dicembre.

A parlare in casa bianconera è uno dei protagonisti della sfida dell’Adriatico, l’attaccante Lorenzo Rosseti autore dell’assist per il gol del pareggio di Ardemagni: “Appena entrato in campo mi è arrivata subito palla, ho puntato la porta, ho visto il movimento di Matteo e l’ho servito, sono azioni che ti danno una grande forza e convinzione per tutta la partita. Per me è stato un bel riscatto, è importante farsi trovare pronti e dare sempre il massimo Il mister fa lavorare molto attaccanti e trequartisti, facciamo movimenti che proviamo e riproviamo in settimana”.

“Il Pescara nel primo tempo ci ha messi un po’ in difficoltà – continua la punta bianconera – ha avuto occasioni da gol e dopo l’espulsione di D’Elia ci siamo un po’ abbassati, volevamo difendere il risultato ma allo stesso tempo abbiamo avuto le occasioni per vincere come la palla gol capitata a Ninkovic allo scadere. Alla fine penso che il pareggio sia stato il risultato più giusto, ma con la parità numerica credo che la partita sarebbe potuta andare diversamente”.

“Al gol di Ardemagni c’è stato un boato tanto che sembrava giocassimo in casa – prosegue Rosseti – i tifosi erano tantissimi. E’ presto per definire gli obiettivi, in primavera tireremo le somme; a livello personale spero di stare bene, di aiutare la squadra e fare più gol possibili. Stiamo lavorando tanto e quando ti alleni con costanza stai bene anche fisicamente. Mi trovo molto bene ad Ascoli con la squadra e con la società, spero di restare. Con lo Spezia dovremo scendere in campo con tanta determinazione e con l’atteggiamento giusto, non come fatto col Padova, dobbiamo portare a casa la vittoria”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 64 volte)