MONSAMPOLO DEL TRONTO – “Il sindaco Caioni è cambiato”. Riccardo Gagliardi spiega così le sue dimissioni da consigliere comunale le quali, assieme a quelle contemporanee di altri sei consiglieri tra cui gli ex di maggioranza Narcisi e Scarpetti, hanno provocato la decadenza del consiglio comunale.

“Nella mattina del 28 novembre ho ufficializzato, presentando all’Ufficio Protocollo del Comune le dimissioni contestuali – ai sensi dell’articolo 141, comma 1 lettera b) del decreto legislativo 267 del 2000 – insieme ad altri sei Consiglieri Comunali (tre di maggioranza e quattro di minoranza) – scrive Gagliardi, ex capogruppo di maggioranza ed esponente della Lega – Le motivazione che mi hanno spinto a compiere questa scelta sono molteplici. Tutt’oggi non riesco ancora a capacitarmi del cambio di atteggiamento del Sindaco Caioni che ha avuto nei confronti dell’intero gruppo. Il suo modo di fare, di operare e di rappresentarci negli ultimi anni non è più come un tempo. Più volte si è cercato un punto di accordo sulle tante questioni che ci si presentavano, ma senza riuscire ad avere un confronto costruttivo, si viaggiava soli e a senso unico“.

“Speravo di dare un segnale forte astenendomi nell’approvazione della variazione di bilancio nel giugno scorso, purtroppo da allora nulla è cambiato, anzi, la situazione è totalmente precipitata. Tale atteggiamento costituisce una irreparabile destabilizzazione al rapporto fiduciario tra il sottoscritto e il vertice dell’amministrazione rendendo quindi impossibile ogni prosecuzione di collaborazione, alla luce di quanto espresso ho provveduto a dimettermi” conclude Gagliardi, non prima di augurare buon lavoro al Commissario Prefettizio Giuseppe Dinardo.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 698 volte)