ASCOLI PICENO – Continua il ricco programma di incontri di formazione in ambito calcistico, organizzati dalla Polisportiva Borgo Solestà di Ascoli Piceno con la collaborazione della FIGC. Gli appuntamenti, obbligatori per le Scuole Calcio Elite riconosciute, hanno lo scopo di istruire e formare giovani, atleti, genitori, dirigenti e tecnici del settore sui delicati temi e valori del mondo del calcio.

Il progetto, che ha preso avvio lo scorso 9 novembre in un incontro a cura di Massimo Vallesi, ha riportato un grande successo anche nella seconda data di lunedì 3 dicembre presso il Campo Sportivo Monterocco. Ospite principale nonché relatore della giornata è stato Stefano Carassai, allenatore, osservatore del settore giovanile e ora Elite Academy Scout presso la F.C. Internazionale di Milano Spa.

Argomento di discussione è stato “La formazione del giovane calciatore”, un momento dedicato al confronto su uno degli aspetti più importanti di questo mondo. Quando si entra in campo e ci si imbatte con problematiche inerenti tale gioco, è necessario sempre ricordare che si è persone con principi autentici, sentimenti e responsabilità, ancor prima che atleti.

A rinvigorire l’aspetto umano ci debbono essere sia nozioni tecniche quanto indicazioni didattico metodologiche ben consolidate, che possano trasformare con successo i ragazzi in giocatori consapevoli del significato di questo sport. Colonna fondamentale di questo percorso è la collaborazione dei genitori attraverso critiche costruttive e scambi di opinioni con la psicologa della società, la quale non interviene direttamente sui singoli ragazzi ma sugli adulti.

Una preziosa occasione per trasmettere come il calcio possa rappresentare un nuovo modo di sviluppare capacità relazionali e coordinative attraverso un contesto che sia allo stesso tempo ludico, ma anche di formazione di abilità tecniche.


Copyright © 2018 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 46 volte)