CORINALDO – Altre due persone, oltre al minore che secondo testimoni sarebbe colui che avrebbe spruzzato lo spray urticante, sono state fermate dalle Forze dell’Ordine in relazione a quanto accaduto nella discoteca di Corinaldo, la tragedia che ha provocato la morte di cinque minorenni e una giovane mamma oltre a numerosi feriti a causa della calca e del panico.

Anche nei loro confronti l’accusa ipotizzata al momento è quella di possesso di droga ma non è escluso che possa cambiare nelle prossime ore.

L’ipotesi che sta prendendo piede tra chi indaga è che alla Lanterna Azzurra fosse presente una banda di giovani dedita alle rapine nei confronti di coetanei e che potrebbe aver utilizzato lo stratagemma dello spray urticante per coprirsi la fuga.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 237 volte)