ASCOLI PICENO – L’Ascoli Calcio si prepara alla ostica sfida del 15 dicembre al “Del Duca” contro il Cittadella, con i veneti imbattuti da 9 giornate e con la migliore difesa della Serie B e reduci da tre 0-0 nelle ultime tre trasferte, a Padova, Livorno e Cremona.

A presentare la partita in casa bianconera è Salvatore D’Elia, che parte dal ko in laguna: “A Venezia è stata una battuta d’arresto ma bisogna dare grandi meriti agli avversari che ci hanno messo in difficoltà, soprattutto nei primi 10/15 minuti. Analizzando la partita in settimana però è venuto fuori che la gara è stata equilibrata, forse il pari sarebbe stato il risultato più giusto. Le espulsioni? Capita, non bisogna farne un caso, il mister ci ha detto di stare più attenti”.

L’esterno bianconero parla poi del prossimo avversario: “Il Cittadella è una squadra che da anni lotta per la Serie A, noi dovremo stare attenti. E’ una squadra in cui corrono tutti, sta a noi fare bene. L’Ascoli fa bene contro le grandi squadre, abbiamo maggiori difficoltà contro quelle che si chiudono. Ninkovic? L’assenza pesa ma è relativa, al momento abbiamo solo lui e tutti dobbiamo dare qualcosa in più.

D’Elia conclude poi sulla sua stagione e su quella dell’Ascoli, in particolare sul pensiero espresso da Pulcinelli che rispondendo ad un tifoso su Instagram ha parlato di obiettivo playoff: “. L’obiettivo di patron Pulcinelli sono i playoff? Uno stimolo in più, quando scendiamo in campo ci sentiamo forti anche se non dobbiamo alzare troppo l’asticella, il  primo obiettivo rimane la salvezza. Personalmente penso di poter fare meglio ma sono abbastanza soddisfatto di me, mi piace questo ambiente. Adesso non bisogna fare progetti, dobbiamo pensare partita dopo partita, non pensiamo a punti e classifica. Abbiamo tre importanti gare in casa, cerchiamo di sfruttarle al meglio”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.