ASCOLI PICENO – Produzioni tipiche e di eccellenza. Il Piceno nel 2018 diventa leader della Regione per quanto riguarda l’export, come rilevano i dati del Centro studi della Cna delle Marche elaborati per la Cna Picena.

Nella prima metà del 2018 la filiera agroalimentare della provincia ha infatti esportato per oltre 35 milioni di euro, il 3,8 per cento in più rispetto allo stesso semestre 2017. Nello stesso periodo, nelle Marche, l’export dell’agroalimentare è calato del 2,3 per cento. L’incidenza della provincia sull’export agroalimentare regionale passa così da 19,1 a 20,3 per cento in un solo anno.

“Sostenere questo percorso virtuoso fatto di turismo, agroalimentare e artistico – spiegano Luigi Passaretti e Francesco Balloni – presidente territoriale e direttore generale della Cna di Ascoli – è stata in questi anni la nostra missione e continuerà ad esserlo nel 2019.

Per questo ultimo scorcio dell’anno, nel campo del tipico e tradizione, alimentare e artistico, la Cna di Ascoli mette in campo la partecipazione a due eventi nell’arco del mese di dicembre, a forte connotazione tipica e d’eccellenza del territorio Piceno, specificatamente a Roccafluvione con l’evento “Nero d’Autore, loro della montagna” e a Castorano con il festival “Scrivere per la musica, bersi da bere e note di sapore”.

Nero D’Autore, L’oro della montagna, a Roccafluvione  si terrà sabato 15 dicembre dalle ore 10.30,al Centro polifunzionale Città del Sole di Roccafluvione, focus sulle prospettive economiche del territorio montano grazie alle eccellenze agroalimentari e al turismo.

Interverranno: Francesco Leoni, sindaco di Roccafluvione; Gino Sabatini, presidente della Camera di commercio unica delle Marche; Luigi Passaretti, presidente della Cna di Ascoli Piceno; Francesca Petrini, presidente dell’Unione agroalimentare di Cna Marche; Giuseppe Amici, presidente Unione montana del Tronto e Valfluvione; Ugo Pazzi, presidente Slow Food Marche; Massimo Capriotti, direttore provinciale Srgm.

Domenica 16 dicembre, sempre a Roccafluvione, dalle ore 10.30, Mercatino di artigianato alimentare, con la partecipazione dei maestri artigiani della Cna Picena.

A Castorano torna invece il Festival Scrivere per la musica con “Versi da bere e note di sapore” e un convegno di approfondimento “L’Appetito vien leggendo”, che si terranno sabato 22 dicembre, alle ore 17, nella sala polifunzionale di via Roma, a Castorano.

Partecipano al focus di approfondimento: Daniel Claudio Ficcadenti, sindaco di Castorano; Luigi Passaretti, presidente della Cna di Ascoli Piceno; Gino Sabatini, presidente della Camera di commercio unica delle Marche; Massimo Capriotti, direttore provinciale Srgm; Ugo Pazzi, presidente Slow Food Marche; Gabriele Rotini, responsabile Cna nazionale, settore Agroalimentare.

“L’iniziativa del Comune di Castorano – spiega il sindaco Daniel Ficcadenti – si è accreditata come una delle iniziative culturali significative del territorio. Coniugarla quest’anno con le tipicità delle nostre produzioni, creano una sinergia che è allo stesso tempo cultura e sviluppo del territorio”.

Poesia e food per la serata conclusiva del festival “Scrivere per la Musica” di Castorano. L’appuntamento è fissato per le 18 al teatrino parrocchiale, per la proclamazione dei vincitori.

“Siamo giunti alla 15 edizione “Scrivere per la Musica” – commenta il Sindaco Daniel Claudio Ficcadenti – quest’anno abbiamo stravolto il festival, inserendo al suo interno la promozione dei nostri prodotti tipici.

Inoltre abbiamo destagionalizzato l’evento, che è cominciato a luglio, con due serate di cabaret con aperitivo a chilometro zero, sulla Terrazza del Belvedere, e il concerto di Finardi. Per la prima volta abbiamo coinvolto le scuole, con tre appuntamenti che hanno spiegato l’incontro tra la musica e la poesia, grazie a Sergio Capoferri, Federico D’Annunzio ed Enrico Piergallini.”

Nella serata conclusiva di sabato 22 dicembre saranno premiate le prime 3 poesie delle 360 arrivate da tutta Italia e sono stati invitati gli autori delle prime venti opere in classifica. Il concorso è ormai diventato di rilevanza nazionale, tanto che il figlio di Salvatore Quasimodo ha inviato al Sindaco una lettera che sarà letta durante la premiazione e la vincitrice di 3 anni fa collabora con la cantante Noemi.

“All’evento delle 18 – continua Ficcadenti – parteciperanno anche i bambini che leggeranno le loro poesie. Necessitando, per questa edizione, di più spazio abbiamo chiesto a Don Amedeo, che ringrazio per la disponibilità, il teatrino parrocchiale”.

“Innanzitutto voglio ringraziare Daniel – commenta Francesco Balloni della Cna Picena – per lo sforzo messo in campo per far conoscere il premio a tutta Italia. Prima non aveva la giusta risonanza. Inoltre vorrei motivare l’abbinamento del food al concorso di poesia: qui a Castorano si può parlare davvero di filiera corta, quelle che ora sono piccole ma strutturate aziende che esportano in tutto il mondo, sono partite con una produzione familiare. Grazie a produttori come quelli di Castorano, oggi il Piceno è l’unico territorio delle Marche a poter vantare un segno più nell’export”.

Ringrazio il presidente Sabatini – conclude Ficcadenti – per la sua vicinanza in questi anni e tutti i produttori di Castorano (presenti Mancini e Di Giacomo) che sostengono il festival e che offriranno a tutti i partecipanti una degustazione. Ringrazio anche il preside Daniele Marini che ci ha permesso di coinvolgere le scuole”.

Infine, gli artigiani Cna del comparto tipico e tradizionale saranno presenti anche, sempre nel fine settimana, a Villa Pigna di Folignano per il tradizionale mercatino di Natale.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.