ASCOLI PICENO – Attimi di terrore vissuti nel capoluogo nella serata del 14 dicembre.

Intorno alle 21 due persone, pare italiane, sono entrate in un centro scommesse di via Napoli ad Ascoli e pistole alla mano (non si sa se fossero vere o giocattolo al momento) hanno minacciato dipendenti e clienti presenti in quel momento.

Sì sono fatti consegnare il denaro presente nelle casse e pare anche dalla cassaforte. Preso il bottino (circa 30 mila euro) sono scappati e fuggiti dal centro scommesse.

Per fortuna non ci sono feriti, spavento a parte.

Polizia e carabinieri sul posto per cercare di risalire ai responsabili, sono stati ascoltati i testimoni per raccogliere qualche elemento utile.

Una dipendente ha avuto un malore e, secondo quanto raccontato da un testimone, è stato impedito ai presenti di soccorrerla. Solo dopo che i due banditi sono fuggiti è stato possibile darle aiuto. Accompagnata in ospedale, la donna si è poi ripresa. Secondo le testimonianze i rapinatori avevano accento napoletano. Non si esclude che all’esterno vi fossero altri complici ad attenderli per favorire la fuga.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.100 volte)