ASCOLI  I prodotti della aziende agricole colpite dal sisma viaggiano online per arrivare più facilmente sulle tavole di tutti. Soprattutto in occasione delle prossime festività natalizie. Torna infatti “Natale in Appennino”, un progetto che vuole essere un inno magico alla tradizione gastronomica contadina che porta in cucina olio, olive, vino, formaggio e pasta. Sono queste le otto le strenne di Natale pronte online su Ufoody per regalare e regalarsi “I Prodotti dell’Appennino”, le esclusive prelibatezze delle aziende agricole del centro Italia colpite dal sisma.

E’ dedicato a loro questo importante progetto che vede il coinvolgimento della Cia, Confederazione agricoltori di Ascoli insieme aJPMorgan Chase Foundation, per supportarne la ripresa economica dopo il sisma, attraverso la vendita dei prodotti sulle piattaforme Ufoody e Amazon.

“Invitiamo i cittadini, che vogliono donare un cesto di prodotti enogastronomici del territorio – fanno sapere dalla Cia provinciale – di sostenere la ripresa delle aziende agricole locali duramente colpite dal sisma aderendo a questo importante progetto di solidarietà”.

Dietro ci sono storie da raccontare, storie di rinascita dalle macerie, di ripresa lenta, ma forte di entusiasmo e determinazione. Ci sono gli agricoltori dei Monti Sibillini e della Majella, dei Parchi nazionali del Centro Italia. Persone accomunate dalla passione, ma soprattutto dalla fiducia nella propria terra, per la quale non intendono mollare. Puntano su qualità, autenticità e innovazione. Promozione del territorio attraverso l’eccellenza dei loro prodotti che sul web diventano testimonial dell’agricoltura d’Appennino e in occasione del Natale protagonisti di strenne solidali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.