ASCOLI PICENO – Finisce 1-1 Ascoli-Brescia, risultato che lascia l’amaro in bocca e molti rimpianti ai bianconeri, sia per le occasioni sprecate dopo l’1-0 di Rosseti al 75′, sia per il pareggio firmato da Bisoli al 94′ quando i tre punti sembravano ormai in tasca. Usciti per infortunio Lanni ed Ardemagni, per entrambi risentimento muscolare al retto del quadricipite.

Il tecnico dell’Ascoli Vincenzo Vivarini: “Due punti in più erano per noi molto importanti, la cosa che fa ancora più rabbia è che erano super meritati. C’é rammarico da parte mia e da parte dei ragazzi, avevamo fatto tutto bene, abbiamo messo alle corde la seconda in classifica, nel secondo tempo non hanno fatto praticamente niente. Bisogna lottare sempre per vincere, dobbiamo essere noi padroni della partita, dominare il gioco e cercare sempre la vittoria. L’unica occasione loro è stato il palo ad inizio partita, ci sono stati due problemi: Ardemagni nel riscaldamento e Lanni in partita, mi si sono scombussolati i cambi”.

“Sul pareggio abbiamo sbagliato il posizionamento del centrocampo – continua Vivarini – abbiamo concesso troppo spazio in mezzo, dovevamo fare più densità; loro sono stati bravi a giocarla tutta di prima, noi in più eravamo stanchi. Beretta? E’ un bel risultato vederlo così pimpante, sia lui che Rosseti sono entrati bene, entrambi ci daranno una grossa mano. Ci è mancato chiudere la partita, quella facilità di andare in gol, cosa che il Brescia ha, anche se oggi non l’ha dimostrata grazie alla nostra retroguardia.

“Complimenti a Ninkovic che ha pensato solo a giocare senza reagire – conclude il mister – se dicono che Tonali è forte allora lui cos’è? L’arbitro? Il fallo di mano di Tonali era da ammonizione e quindi doveva essere espulso, in più voglio rivedere la situazione su Rosseti. Abbiamo una rosa ampia, alcuni giocatori stanno giocando poco per vari motivi, vedremo se chiedono di andare via, bisogna rispettarli perché non creano problemi e lavorano per la squadra, sul mercato abbiamo le idee chiare e sappiamo quello che dobbiamo fare. Auguri di buon ad Ascoli ed a tutti i tifosi dell’Ascoli”.

L’allenatore del Brescia Eugenio Corini: “E’ stata una partita tosta, nei primi 35 minuti abbiamo fatto bene poi l’Ascoli si è sistemato. C’era l’impressione che una delle due squadre potesse passare in vantaggio, il gol l’ha trovato l’Ascoli ed ha rischiato anche il raddoppio, credo comunque che il pareggio sia il risultato più giusto. L’Ascoli? Mi aspettavo una prestazione di questo tipo, in casa ha perso solo con il Padova ed ha battuto tutte le grandi passate da qui”.

L’autore del gol dell’Ascoli Lorenzo Rosseti: “Il gol è mio o è autogol? Io l’ho toccata, non ho dubbi, se poi lui l’ha toccata dopo non lo so. C’è stata una disattenzione sul pareggio, dobbiamo restare concentrati ed evitare certi errori. Dovevamo essere più bravi a chiudere la partita, su questo dobbiamo migliorare; peccato per il palo, sul 2-0 la partita sarebbe finita. Dispiace perché avevamo fatto una buona partita, in campo mettiamo sempre tutto. Pensiamo alla prossima gara che sarà difficile, io mi sento bene, la continuità mi aiuta. In Serie B non ci sono partite scontate, anche a Palermo andremo a fare la nostra partita”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.