CASTEL DI LAMA – Oggi il presidente della Provincia Angelo Fabiani ha firmato un’ordinanza con cui permette il ritorno dei rifiuti nelle discariche ascolane di Relluce (di proprietà di Ascoli Servizi) e Geta, la discarica di proprietà dell’omonima società e in zona Alto Bretta.

Riguardo Relluce, la discarica “confinante” coi comuni di Appignano e Castel di Lama, che negli anni hanno battagliato sui progetti di apertura di nuove vasche (principalmente la sesta), le reazioni non si sono fatte attendere. Se il sindaco di Ascoli Castelli fa festa per il ritorno dei rifiuti in ambito, il sindaco grillino di Castel di Lama Mauro Bochicchio usa i suoi canali social per sferrare un attacco proprio a, presidente della Provincia Fabiani, che in campagna elettorale per Palazzo San Filippo aveva accusato il centrodestra di voler ingannare i consiglieri grillini. Come mai? Se ricordate bene,  in quel momento i 5 stelle rappresentavano un bacino di voti che poteva spostare gli equilibri fra il Pd e lo stesso Fabiani e il suo avversario, Pasqualino Piunti che in quei caldi giorni pre-voto era uscito sui giornali con un “no” al progetto sesta vasca che Fabiani aveva subito “bollato” come mossa elettorale volta a prendere voti fra i pentastellati, principalmente quelli lamensi.

“Hanno tentato in tutti i modi di prenderci in giro. Fabiani ha riaperto Relluce quando poteva non farlo immediatamente” scrive su facebook il grillino. Il “tentato” è riferito ovviamente al fatto che i consiglieri pentastellati, nonostante alcune incertezze dell’ultima ora e una riunione provinciale ad hoc alla vigilia per decidere se presentarsi alle urne, alla fine optarono per l’astensione alla Provinciali.

Qui sopra il post del sindaco lamense con la condivisione dell’articolo di Piceno Oggi che riprendeva, in piena campagna elettorale per la Presidenza della Provincia, le parole del candidato dei “dem”. Fabiani, infatti, il 28 ottobre diceva testualmente:

“A Bochicchio ricordo quello che gli ho già ribadito personalmente sulla mia assoluta contrarietà a Relluce. Ma vorrei che si sgomberasse il campo da ambiguità e falsità: non è vero che sia in caso di vittoria di Piunti sia in caso di vittoria del sottoscritto si arriverebbe alla riapertura di Relluce. È un’affermazione falsa perché il centrosinistra e i sindaci che mi sostengono sono tutti contrari alla riapertura e gli atti e i comportamenti di questi anni lo dimostrano mentre quelli che sostengono Piunti hanno sempre chiesto la riapertura.”

Oggi Relluce riapre, e Bochicchio chiede il conto a Fabiani per gli annunci elettorali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.