ASCOLI PICENO – Dopo una divertente caccia al tesoro, giovani artisti senza pennello ma muniti di strumenti e materiali alternativi, gareggeranno per realizzare una stravagante opera d’arte contemporanea, degna di un “piccolo” Premio Marche.

Domenica 27 gennaio alle ore 16 presso il Forte Malatesta di Ascoli Piceno si terrà un laboratorio creativo rivolto a bambini dai 5 ai 12 anni.

“Secondo numerosi studi pedagogici, le attività artistiche nutrono l’evoluzione infantile, potenziano l’empatia, favoriscono lo sviluppo fisico-cognitivo così come le capacità espressive” spiegano i promotori dell’iniziativa. Ascoli Musei organizza con frequenza esperienze divertenti e formative per i più piccoli, attraverso laboratori creativi. Il prossimo appuntamento dedicato ai più piccini, “Via la tavolozza: la fantasia nell’arte” sarà un appuntamento spassoso, dinamico e formativo. Accanto ad operatori museali specializzati, i piccoli partecipanti creeranno un’opera d’arte contemporanea degna del Premio Marche.

Il laboratorio è stato ideato sulla base del Premio Marche – Biennale d’Arte Contemporanea, una manifestazione di valenza nazionale tra le più significative del Centro Italia per la tradizione storico-artistica. Nata ad Ancona nel 1956, la rassegna con gli anni si è affermata nel panorama espositivo nazionale fino all’ultima edizione, quella del 1999. Vent’anni dopo l’A.M.I.A. – Associazione Marchigiana Iniziative Artistiche ha deciso di riportare in vita una vera e propria eccellenza ed ha scelto come prima ambientazione per la tanto attesa rinascita, il Forte che porta la firma di Antonio da Sangallo il Giovane.

L’evento è reso possibile grazie al Comune di Ascoli Piceno; Integra – Servizi per la Cultura e il Turismo, Pulchra Società Cooperativa Culturale; Consorzio Il Picchio e Premio Marche.

La durata del laboratorio si aggira intorno alle due ore, il costo per il bambino è di 6 euro, per l’adulto 4 euro, numero massimo di partecipanti 25, con prenotazione obbligatoria allo 0736 298213 oppure al 333 327 6129.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.