SPINETOLI – “Giunti al termine del mandato, è tempo di fare un rendiconto per voi cittadini. Sono stati cinque anni in cui abbiamo avuto problemi, ma ne abbiamo risolti anche tanti. In un tempo di crisi e sfortune naturali, siamo stati comunque attenti alle esigenze del nostro territorio”: il sindaco di Spinetoli Alessandro Luciani apre così l’incontro con i suoi cittadini. Accompagnato dagli altri componenti del gruppo “Solidarietà Lavoro Partecipazione”, il primo cittadino al termine del suo mandato ha illustrato le scelte e i progetti, alcuni conclusi altri ancora in cantiere, della sua amministrazione.

“Abbiamo avuto due fasi – spiega Luciani – pre e post terremoto. Nella prima fase avevamo voglia di risanare la situazione del bilancio e trovare le risorse giuste per fare degli investimenti. Le prime scelte, come lo spostamento della farmacia comunale e la chiusura dell’università, sono state faticose ma, ad oggi, ci hanno dato risultati. La farmacia, infatti, funziona bene e, per quanto riguarda l’università, era un sistema fallimentare perché un ente pubblico non può finanziare un altro ente pubblico, era quindi necessario fare un taglio. In merito alla vendita della Gas Tronto, alcuni hanno detto che abbiamo venduto un gioiello di famiglia, ma siamo stati costretti a farlo e ciò ha portato un bell’utile: 1 milione e 700 mila euro. Tutto ciò è servito per ripartire con degli investimenti”.

Il terremoto, poi, ha portato una ventata di preoccupazioni e, con esse, la necessità di interventi per la messa in sicurezza, in primis, delle scuole. Infatti, spiega Luciani: “A seguito dell’evento sismico, abbiamo richiesto un’indagine di vulnerabilità delle scuole e siamo stati costretti alla chiusura di alcune di esse. Abbiamo poi ottenuto circa 5 milioni di euro per i lavori di messa in sicurezza. Ora, la burocrazia è lunga ma stiamo per mettere la prima pietra”.

Sempre in tema di sicurezza e, in particolare, di prevenzione “abbiamo ottenuto un finanziamento per la zonizzazione sismica, per scoprire il territorio sotto ai nostri piedi e abbiamo deciso di fare tre giorni di sperimentazione sul territorio per arrivare a un nuovo piano di emergenza in caso di calamità naturali”.

Continua poi Luciani in merito alle politiche e ai servizi sociali: “Siamo sempre stati dalla parte dei più deboli. Spendiamo circa 400 mila euro per aiutare chi ha bisogno e doniamo un contributo alle famiglie bisognose in periodo natalizio”.

In tema di ambiente: “Abbiamo raggiunto l’obiettivo del 75% per la raccolta differenziata porta a porta. Per abbassare la tassazione, però, tutti dobbiamo andare nella direzione della differenziata, bisogna fare uno sforzo a livello provinciale”.

“Avevamo un Piano regolatore da rivedere – prosegue Luciani parlando di urbanistica – e abbiamo pensato a una variante, da terminare entro un anno, per aumentare zone di sviluppo e di espansione nella zona industriale, anche a favore delle nuove imprese fiorenti. Inoltre, avevamo in mente due progetti di manutenzione: il primo riguarda il Palazzetto dello Sport, che ha bisogno di un investitore privato per essere rinnovato e il secondo riguarda il centro sportivo di Pagliare, per il quale vogliamo presentare un progetto all’Europa da 14 milioni di euro. Sarà ridato, inoltre, lustro al cimitero. Il progetto più bello, però, riguarda la rivitalizzazione del centro storico di Spinetoli: i musei saranno i punti strategici, ma dovremo puntare molto anche sull’enogastronomia”.

Conclude il sindaco Luciani. “In questi anni, forse abbiamo avuti pochi meriti perché tante sono state le difficoltà. I progetti non sono stati tutti realizzati anche perché stiamo lavorando con soli 18 dipendenti comunali, quando in realtà dovrebbero essere 39. Tuttavia, siamo sempre stati vicini ai cittadini per cercare di capirne le esigenze. Stare in gruppo e stare insieme non è sempre semplice, ma se lo si fa coi giusti ideali e con la voglia di dare una mano si può andare avanti. Spinetoli non è un comune all’abbandono, è sempre stato all’avanguardia e così sarà in futuro. A breve ci presenteremo con il candidato sindaco per le prossime elezioni. Io sono disponibile”.

 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.