ASCOLI PICENO – L’Italia attraverso le impronte, le immagini e i sopralluoghi della Polizia Scientifica.

La mostra fotografica Frammenti di Storia, che si terrà ad Ascoli, racconta alcuni dei momenti salienti che hanno caratterizzato il lavoro di chi, da sempre, è in prima linea per mettere in campo le tecnologie più avanzate al servizio dell’ordine e della sicurezza pubblica.

Si tratta del primo evento di questo tipo, dedicato finalmente ai valori e alla storia ultracentenaria  della Polizia Scientifica.

A partire dai primi del Novecento, una delle principali attività d’intervento è stata quella di cristallizzare la scena del crimine. E qui, quasi allo stesso modo, con questa mostra si è scelto di puntare su documenti e fotografie per fermare per sempre il tempo su alcuni momenti più drammatici dell’Italia degli ultimi decenni.

L’arresto di Sandro Pertini, l’omicidio Matteotti, il mostro di Firenze , le stragi di mafia  e quelle dell’eversione nera a livello nazionale e l’omicidio Colacioppo, l’uccisione di Valerio Viccei, lo scontro tra i tornado, il terremoto a livello provinciale  rappresentano solo alcuni dei frammenti di storia scelti: un’occasione irripetibile per guardarsi allo specchio e confrontarsi con il passato, ma anche con il futuro che ci aspetta.

La mostra sarà inaugurata il giorno 9 febbraio alle ore 11 presso Palazzo San Filippo ad Ascoli sede della Prefettura. Il percorso inizierà all’ingresso della Prefettura e si snoderà lungo la scalinata interna fino al 2° piano piano di rappresentanza della Prefettura ove in una delle stanze verrà ricostruita una scena del crimine a cura della Polizia Scientifica.

L’apertura gratuita al pubblico seguirà i seguenti orari:

9 febbraio: dalle ore 15 alle ore 19.

10 febbraio : dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19;

11 febbraio : dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19;

12 febbraio : dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 19.

Per info e prenotazioni Questura di Ascoli Piceno URP 0736-355746 gab.quest.ap@pecps.poliziadistato.it


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.