ASCOLI PICENO – La corte di Appello penale di Ancona ha confermato la sentenza di condanna già inflitta dal Tribunale di Ascoli a Ignazio Buonopane colpevole di aver diffamato il Comando di Polizia Municipale della città di Ascoli.

Buonopane, in particolare, aveva pubblicato sul suo profilo Facebook un post di propaganda elettorale della lista “Adesso Ascoli” con il quale denigrava l’operato del corpo di polizia municipale.

“Si tratta di una sentenza importante – ha dichiarato il Sindaco Guido Castelli – anche perché volta a sanzionare un reato consumato attraverso l’uso di social media per finalità politiche ed elettorali. Al di là del caso specifico e più in generale, si avverte sempre di più l’esigenza di una normativa capace di prevenire gli abusi connessi all’utilizzo spregiudicato della rete. La reputazione degli operatori pubblici è sempre più frequentemente esposta al rischio di diffamazioni e ingiurie da parte di haters professionali che ledono l’onorabilità delle istituzioni. L’imbarbarimento del confronto politico purtroppo porta a questo ma sentenza di Ancona ci conforta”.

Buonopane è stato condannato anche al risarcimento di euro 800 in favore del comune oltre che al pagamento delle spese processuali.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.