ASCOLI PICENO – Un fiume di euro per la videosorveglianza: si tratta di 1,356 milioni di euro per tutte le Marche, così ripartite per provincia: 22.570 mila euro per Loreto in provincia di Ancona, 696.693,30 euro per sette comuni nel Piceno, 113.370,40 euro in provincia di Fermo per altri sette comuni, 329.184 euro nella provincia di Macerata per 13 comuni e 193.396,44 a Pesaro e Urbino per 4 comuni.

Lo comunica il senatore della Lega Nord Paolo Arrigoni, Questore alla Camera dei Deputati e responsabile della Lega Nelle Marche: “Queste cifre rappresentano solo un primo passo rispetto agli altri 90 milioni già stanziati dal governo e previsti dal Decreto sicurezza, uno sforzo finanziario aggiuntivo che intende aumentare il numero di comuni coinvolti in tutta Italia”.

“L’obiettivo – spiega Arrigoni – è migliorare il controllo del territorio, con una particolare attenzione ai centri più piccoli. Il Ministro dell’Interno Matteo Salvini e la Lega hanno promesso attenzione e maggiore sicurezza alle comunità locali e il finanziamento agli impianti di videosorveglianza va in questa direzione, aggiungendosi al fondo sicurezza urbana per i grandi centri. Tutte decisioni arrivate dopo anni di tagli indiscriminati. Dalle parole ai fatti”

“In questo modo confermiamo la nostra determinazione per contrastare tutti i fenomeni di illegalità: dalla microcriminalità alle grandi piazze di spaccio”, prosegue il responsabile della Lega Marche. “In vista della bella stagione il Ministero dell’Interno sta inoltre rinnovando l’operazione Spiagge Sicure per combattere l’abusivismo commerciale e la contraffazione in più di cento comuni turistici” conclude.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte)