SPINETOLI –  Da venerdì primo marzo nelle mense scolastiche di Spinetoli si mangerà pesce fresco locale.

“Abbiamo partecipato con successo al Bando ‘Pappa Fish Mangia Bene, cresci sano come un pesce’ – commenta il Sindaco, Alessandro Luciani –  per riportare il pescato a chilometro zero o allevato nel territorio regionale, nelle scuole. Per educare i più piccoli a una alimentazione più sana”.

Alici, suri, moli, sgombri, vongole, pannocchie e totani ma anche la trota salmonata e/o fario: sono solo alcune delle tipologie di pesci e molluschi che, interpretate in ricette appetitose, arriveranno sulla tavola degli alunni a seconda della disponibilità e della stagione.

“Il Comune di Spinetoli ha vinto il bando dell’iniziativa promossa dalla Regione Marche –  continua Luciani – finanziata all’70% con fondi Statali, Regionali ed Europei Feamp (Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca) della programmazione 2014-2020, cui si unisce lo stanziamento del Comune”.

L’obiettivo è incentivare un’alimentazione corretta nelle scolaresche e contemporaneamente valorizzare il mare, i suoi prodotti, ma parallelamente anche il prodotto allevato nella nostra regione.

Per il Consigliere Delegato Mensa Scolastica, Fabiana Castelli il pesce fresco risulta indispensabile per un’alimentazione sana ed equilibrata, ed è tra gli alimenti maggiormente consigliati per le sue notevoli proprietà nutrizionali e per i benefici che apporta all’organismo.

“Oltre alla somministrazione del pesce fresco locale nelle mense, – continua la responsabile del progetto, la biologa nutrizionista Barbara Zambuchini – il progetto si sviluppa anche a scuola con un percorso di sensibilizzazione, svolto con la preziosa collaborazione dei docenti e grazie al personale qualificato del Centro Cea Ambiente e Mare”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.