AMANDOLA – “La risorsa tartufo, patrimonio delle aree montane, per lo sviluppo sostenibile delle Comunità Locali” è il tema conduttore della Tavola rotonda che si svolgerà sabato 9 marzo ad Amandola nell’ambito della manifestazione “Diamanti a Tavola”, il terzo Festival del Tartufo nero pregiato e dei prodotti tipici dei Sibillini.

All’incontro, aperto a tutti, che avrà luogo alle ore 15 presso la sala dal Consiglio Comunale di Amandola interverranno: Adolfo Marinangeli, Sindaco della Città di Amandola; Alberto Mandozzi,Presidente ATAM Associazione Tartufai Monti Sibillini; Emidio Angellozzi, Imprenditore del settore tartufi; Riccardo Tassi, Agronomo; Maria Laura Talamè, del Servizio Promozione del Parco Nazionale dei Monti Sibillini;Paolo Gramiccia, del Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini (Lazio). Modera: Avelio Marini, Coordinatore delle Comunità Locali Wigwam in Mountain Partnership FAO. Conclusioni di Efrem Tassinato, Presidente della Rete Internazionale delle Comunità Locali di offerta e interscambio Wigwam, nonché responsabile della Segreteria Nazionale di UNAGA, l’Unione nazionale dei giornalisti agroalimentari ed ambientali, Gruppo di specializzazione della FNSI – Federazione Nazionale della Stampa Italiana.

L’incontro ha lo scopo di condividere i percorsi di sviluppo duraturo e sostenibile delle comunità locali, in primis dei Monti Sibillini e dei Monti Simbruini, basato sulla valorizzazione di tipicità locali come il tartufo. Prodotto, la cui esistenza e la sua coltivazione necessita di habitat incontaminati mentre, la sua valorizzazione a beneficio delle popolazioni delle aree interne, principalmente montane e, come nel caso del Centro Italia, anche gravemente colpite dal sisma, di unità di intenti, di coesione e di lavoro di squadra.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.