ASCOLI PICENO – In occasione della “Festa internazionale della donna”, la Polizia di Stato ha portato la campagna di sensibilizzazione permanente” “Questo non è amore” al Centro Commerciale “Al Battente” ed il giorno 9 marzo presso il Liceo Scientifico “Orsini” di Ascoli Piceno.

Il personale della Questura di Ascoli Piceno diretto dal Dirigente della Squadra Mobile Patrizia Peroni ha realizzato presso il Centro Commerciale più che un punto di ascolto uno spazio di visibilità, allo scopo di dare il messaggio, al numeroso pubblico del venerdì pomeriggio, che la Polizia di Stato “c’è” in qualsiasi istante, consegnando a tutte le donne che sono intervenute un rametto di mimosa unitamente al volantino dell’iniziativa “Questo non è amore”.

Il 9 marzo l’attività della Polizia di stato si è spostata presso il Liceo Scientifico “Orsini” di Ascoli dove alla presenza delle classi quarte Il Vice Questore Patrizia Peroni ha interagito con gli studenti che si sono dimostrati partecipativi  dimostrando di aver acquisito informazioni determinanti per l’interazione con i propri coetanei e non, sotto la sfera giuridica relazionale.

Questi eventi costituiscono delle fondamentali occasioni per ricordare all’opinione pubblica che la difesa dei diritti delle donne è condizione imprescindibile nella nostra società e ha come obiettivo quello di superare gli stereotipi e i pregiudizi per diffondere una nuova cultura  e aiutare le vittime di violenza a vincere la paura, rompendo la fitta rete di isolamento e vergogna.

“Ricordiamo che chiunque avesse bisogno di un consiglio, di un chiarimento, di un riferimento, o volesse denunciare un episodio di cui si sente vittima, potrà farlo con la massima riservatezza e in qualsiasi momento del giorno o della notte, rivolgendosi a un qualunque ufficio di Polizia per ricevere aiuto”  fanno sapere dalla Questura.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.