ASCOLI PICENO – Dopo il pareggio casalingo per 1-1 contro il Livorno, l’Ascoli prepara la sfida del Bentegodi contro il Verona in programma sabato 16 marzo.

L’attaccante Lorenzo Rosseti commenta così la partita contro i toscani: “La continuità è importante, potevamo vincere la partita ma non era facile e il rigore ci ha penalizzato. Nel primo tempo eravamo partiti forte e poi nel secondo forse abbiamo avuto un calo fisico, dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista. Ci sono state tante partite dove abbiamo fatto la stessa cosa e forse dopo c’è troppa stanchezza”.

“Non avevamo iniziato l’anno bene – prosegue l’attaccante – siamo stati fermi troppo ma dopo ci siamo compattati e i risultati di sono visti anche se alcuni episodi ci hanno penalizzato.  Lo scorso anno ero partito bene anche se degli infortuni mi hanno rallentato. Stiamo vedendo i frutti del nostro lavoro e gli attaccanti stanno segnando sempre; con Beretta c’è buona intesa e ci facciamo trovare pronti per il mister. Personalmente ho avuto un problemino la settimana scorsa ma sto risolvendo”.

Verona, Benevento e Palermo sono le squadre più forti – afferma Rosseti – all’andata abbiamo fatto una grande partita, speriamo di fare lo stesso.  Giocare contro squadre forti è molto stimolante, speriamo di portare a casa il risultato, dobbiamo essere compatti e dare tutto e migliorare sotto alcuni aspetti. A Verona dovremo stare attenti a tutto il collettivo perché sono temibili. Noi dobbiamo solo salvarci, in questo momento pensiamo solo al Verona. Ardemagni è un giocatore importante ed uno stimolo a fare meglio, lo aspettiamo il prima possibile”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.