ASCOLI PICENO – Applausi e ricordi nel capoluogo per una figura molto importante, purtroppo non più presente.

Si è tenuta questa mattina, 16 marzo, la cerimonia di intitolazione del campo sportivo di Monterocco a Tonino Camaioni, indimenticato uomo di sport scomparso nel settembre 2017.

Su iniziativa dei consiglieri Igino Cacciatori, Laura Castelletti e Francesco Ciabattoni, l’Amministrazione Comunale ha infatti deciso di dedicare uno dei principali impianti sportivi della città alla memoria di un uomo che con passione e dedizione ha contribuito alla crescita del movimento calcistico ascolano.

Oltre ad essere stato tra i soci fondatori della JRVS Ascoli, una delle società più longeve della città, Tonino Camaioni ha avuto il merito di intuire per primo le grandi potenzialità delle scuole calcio e dei vivai. In tanti anni trascorsi sui campi da calcio, Camaioni ha formato calciatori, ma soprattutto uomini, coltivando quei valori etici e morali che “l’Amministrazione crede e auspica che possano ispirare le nuove generazioni”.

Alla cerimonia hanno partecipato il sindaco Guido Castelli, l’assessore allo Sport e Politiche Giovanili Massimiliano Brugni e il delegato provinciale FIGC/LND Luigi Paoletti, ma anche personaggi di spicco della storia calcistica di Ascoli, come ad esempio l’ex portiere di Serie A Massimo Cacciatori, che hanno avuto il privilegio di crescere accanto a un maestro di vita e di sport.

Inoltre, per onorare al meglio il ricordo di Tonino, oggi e domani 17 sul campo a lui intitolato si terrà un torneo riservato a ragazzi con disabilità, a cui parteciperanno otto squadre provenienti da tutta Italia.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.