ASCOLI PICENO – L’Ascoli si prepara a partire alla volta di Lecce dove sabato 23 marzo recupererà la 22^ giornata del campionato di Serie B, sospesa per il terribile incidente occorso a Scavone nei primissimi minuti di gioco.

Vanja Milinkovic-Savic presenta la sfida dopo la sua positiva prova nel pareggio per 1-1 di Verona: “A Verona è mancato poco per vincere la partita però il pareggio è stato comunque un buon risultato, potevamo portare a casa tre punti ma va bene così. Abbiamo fatto una bella partita, non so cosa sia mancato nel secondo tempo però il pari va bene. L’infortunio di Rosseti è stato un peccato, secondo me se l’arbitro dava il rosso a Marrone la partita cambiava molto , mi spiace comunque per Lorenzo. La mia parata su Pazzini è avvenuta in un momento importante, purtroppo però dopo 4 minuti abbiamo preso gol”.

“Più giochi più prendi fiducia e l’abitudine a giocare -continua il portiere serbo – quando entri in uno spogliatoio nuovo devi ambientarti il prima possibile, cercare di conoscere le abitudini dei nuovi compagni. Stiamo preparando bene la gara con il Lecce, loro sono forti ma in Serie B si può vincere o perdere contro chiunque. Ho rispetto di Lanni, un portiere forte e bravo, ma sono venuto qui per giocare e mi impegnerò per tenere il posto. Guardiamo partita dopo partita, dipende sempre da noi al di là del valore dell’avversario”.

“Contro Raicevic con il Livorno la mia parata più difficile – prosegue Milinkovic-Savic – Kragl lo avevo studiato ma quando la palla parte in quel modo diventa difficile intervenire. Dobbiamo cercare di vincere le prossime partite, noi ci proveremo. Non sono preoccupato per la lotta salvezza, sinceramente non seguivo la Serie B, ho trovato un campionato di livello, non è come la Serie A ovviamente ma ci sono giocatori importanti che alzano la qualità. Il tifo dell’Ascoli è molto bello, ci dà sempre la carica”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.