Di Annalea Vallesi

ASCOLI PICENO –  Nuova “bretella” del cammino francescano della Marca Venarotta-Montedinove.

L’iniziativa, in programma il 31 marzo, è realizzata dall’Associazione “Cammini della Marca”, “Appennino Up”, con il patrocinio del Comune di Ascoli Piceno, del Comune di Montedinove, del Comune di Rotella, del Comune di Venarotta e della Fondazione Carisap.

Il 20 marzo è stata presentata alla stampa la realizzazione di questa nuova tappa nel cammino podistico che da sempre collega Assisi ad Ascoli Piceno.

Carlo Lanciotti, Presidente dell’Associazione “Appennino UP” ha ringraziato il Comune di Ascoli e ha premesso che il 2 giugno inizierà la versione estiva del Festival dell’Appennino che comprenderà ben undici date, dai primi di giugno a metà luglio con qualche data fissata anche per settembre-ottobre. Ha poi aggiunto: “questo nuovo progetto che riguarda il nuovo tratto del cammino francescano a piedi, invece, tocca ben quattro comuni: Venarotta, Ascoli, Rotella e Montedinove. L’iniziativa ha coinvolto i tour operator perché mira a dare una spinta al turismo sul territorio. Per inaugurarlo si parte dalla Chiesa patronale di Venarotta il 31 marzo alle ore 8,15, poi ci sarà una pausa pranzo al sacco o con prenotazione al ristorante (da effettuarsi sul sito www.camminofrancescanodellamarca.it). L’Arrivo a Montedinove è previsto intorno alle 17 con una merenda a base di mele rosa dell’appennino e l’accompagnamento musicale di una street band. Nel viaggio di ritorno i pellegrini faranno visita al Convento di San Tommaso Becket.”

Andrea Antonini ha dichiarato: “l’iniziativa di progettare questa bretella podistica nasce all’interno del progetto finanziato dalla Fondazione Carisap. Il 31 marzo c’è solo l’inaugurazione, poi sarà possibile fare questo percorso sempre. Il cammino francescano della Marca è stato riconosciuto ufficialmente dal Ministero dei Beni Culturali ed è lungo circa 167 Km, il suo acronimo è CFM, a livello di stradario è adiacente alla SS77 che attraversa il territorio maceratese. Il percorso unisce Umbria e Marche e ben quattro città di provincia: Assisi, Macerata, Fermo, Ascoli Piceno. La segnaletica della strada è quella prescritta dal CAI, ovvero bianco-rossa. La guida cartacea e il sito internet sono in continuo aggiornamento. Lungo il percorso esistono ben quattro conventi francescani da visitare: il primo si trova a Venarotta, il secondo a Poggio Canoso (frazione del Comune di Rotella dove ha sede la comunità del Mandorlo) e il terzo si trova a Montedinove, intitolato a San Tommaso Becket. Innumerevoli sono le ricchezze artistiche, naturalistiche e storiche dei territori attraversati dal cammino francescano”. Antonini ha proseguito: “la bretella parte da una deviazione che si trova a Venarotta, sotto la strada Salaria, da li, dopo venti chilometri si arriva a Montedinove e così viene coinvolto nel percorso anche il monte Ascensione. Il nuovo tratto entra a far parte a pieno titolo del cammino francescano della Marca”.

Maurizio Serafini ha tenuto a precisare: “il percorso ripercorre quello storico che nel 1215 era praticato da San Francesco. Lungo questo cammino sono stati scritti “I fioretti di San Francesco” da un frate sodale francescano e precisamente nella zona di San Liberato di Sarnano. Il culto francescano si è diffuso nelle Marche attraverso questa strada e il 31 marzo sarà l’occasione per ricordarlo”. Ha aggiunto: “Si sta lavorando anche alla riapertura di altri cammini come quello che unisce Ascoli Piceno a Civitella e Ascoli a Cupra Marittima”. Fra i prossimi appuntamenti ha ricordato: “Per chi fosse interessato, la camminata comunitaria lungo il cammino francescano della Marca si farà dal 24 aprile al 1 maggio, 2019, info sul sito”.

Da ultimo è intervenuto un altro grande camminatore, ovvero Luciano Monceri il quale ha precisato: “per determinare il nuovo percorso francescano c’erano varie alternative: la prima possibilità era quella di Monsampietro, la seconda quella di Morignano sotto il Monte Ascensione, tutte e due però strade asfaltate. Per cui si è optato per l’ultima e più suggestiva strada che dal torrente Chiaro porta a Casalena , costeggia la strada statale adriatica e sovrasta i calanchi, percorrendola a piedi si assiste ad uno spettacolo unico, perché a destra si vede l’Ascensione a sinistra si scorgono i calanchi. Questa strada ha un brevissimo tratto asfaltato, per il resto è sterrata, così come lo è il cammino francescano per un buon 90%”.

I ringraziamenti per la costante manutenzione del sentiero vanno ai comuni di Ascoli Piceno, Rotella e Montedinove. Il cammino francescano della Marca è importante per incentivare il turismo nel nostro territorio, per conoscerlo e viverlo. Sul sito del festival dell’Appennino (www.festivaldellappennino.it) è possibile scaricare la traccia del percorso. Mentre la mappa del cammino sarà pubblicata dalla casa editrice “Terre di Mezzo”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.