LECCE – Una partita da dimenticare per l’Ascoli che oggi pomeriggio è sceso in campo al “Via del Mare” di Lecce per il recupero della 22^ giornata di Serie B sospesa dopo 5 secondi di gioco per il grave infortunio di Manuel Scavone. Una goleada che fa tremare un 7 a 0 senza giustificazioni e al quale non si possono trovare motivazioni valide.

Partita in salita per l’Ascoli che al terzo minuto subisce il primo di una serie di gol che regalano al Lecce una vittoria importantissima e affossano i bianconeri che sembrano i fantasmi della squadra vista fin’ora. Una sconfitta che fa tremare i giocatori, l’allenatore e la società non molto per la classifica ma per la goleada subita. Analizzare i motivi non sarebbe un modo per capire cosa sia successo, semplicemente non pervenuto questo Ascoli che con una difesa completamente ferma su tutti i gol subiti e nessuna idea in mezzo al campo fa imbestialire i tifosi bianconeri a fine primo tempo abbandonano lo stadio.

Sul web i tifosi si scatenano durante il match contro la società, contro l’allenatore e contro il Ds Tesoro.

Le parole di Tabanelli al termine: “Oggi è stata una bella giornata partita sbloccata subito poi si è messa in discesa per noi. Lavoriamo molto col mister per questi inserimenti e segno molto. Non mi è mai successo di vincere 7 a 0 gli avversari hanno perso subito fiducia la forma di rispetto è stata continuare a giocare a calcio per onorare gli avversari. Siamo terzi abbiam fatto una bella cavalcata a inizio anno non avevamo questi obiettivi spensieratamente possiamo andarci a giocare qualcosa di più grande. “


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.