OFFIDA – “Quello del 2019 è stato un Carnevale straordinario, organizzato molto bene. Bisogna continuare a puntare sul protagonismo di Offida e custodire l’evento nel suo gioiello, che è il centro storico. Ma nulla vieta alle future amministrazioni di coinvolgere anche altri luoghi di Offida”.

Queste sono stare le parole di Valerio Lucciarini durante la XVIII Notte de le M’rett’. Il Sindaco, che sul palco visibilmente commosso, dopo la visione di un video dedicato a Ciro Ciabattoni – con foto dell’indimenticabile musicista offidano e in sottofondo la poesia che il Primo cittadino ha scritto per lui – ha ringraziato la Pro Loco di Offida, che ha definito “un patrimonio da custodire in maniera prioritaria e braccio importante dell’Amministrazione”.

Inoltre, Lucciarini ha elencato le forze che hanno contribuito alla buona riuscita del Carnevale: la stazione dei Carabinieri di Offida, la Questura e la Prefettura.

Durante la Notte de le M’rett’, come di consueto, sono stati assegnati i premi ai gruppi mascherati che si sono sfidati sul palco del Serpente Aureo durante il veglionissimo del 3 marzo.

Il presentatore Luca Sestili ha elencato i vincitori, categoria per categoria.

La M’retta Originalità è andata a “Offida sicura. Sistema di video sorveglianza”; M’retta Coreografia a “La vite è su Marte”; M’retta Piazza “A carnevale a Offida si sfarfalla”; M’retta  Eleganza al “Il Bevoscopo di Carnevale”; M’retta simpatia a “Un giornalaio di qualità”. Il premio più ambito, la M’retta 2019, è andata al gruppo che ha realizzato la mascherata “I miei Trofei”.

Sul palco,  il vice sindaco, Isabella Bosano, che ha sottolineato l’importanza delle sarte offidane che realizzano i costumi di Carnevale e del coinvolgimento dei bambini ai quali è affidato il futuro dell’evento folkloristico più importante della città.

E Piero Antimiani: “Ringrazio tutti coloro che rendono Offida quella che è, alimentando il nostro orgoglio di essere offidani”.

Anche il presidente della Pro Loco, Tonino Pierantozzi, non ha si è risparmiato nell’elogiare l’ultima edizione del Carnevale, definendolo “il più bello mai vissuto”.

“A partire dall’apertura il 17 gennaio, nel giorno di Sant’Antonio – continua Pierantozzi –  abbiamo lavorato per prevenire ogni situazione, nonostante i numeri impressionanti. Un motivo di orgoglio quest’anno, sono stati i veglionissimi, in cui abbiamo ottenuto un grande successo. In ultimo vorrei dedicare un saluto al Sindaco, e ringraziarlo perché in questi anni è stato fatto molto per consolidare le tradizioni, le nostre radici storiche: è diventato un evento anche la Consegna delle chiavi della Città a una congrega (Giovedì Grasso)”.

L’evento è stato animato dalla musica dei Kun e dal mago Alessandro Politi alias Martin Scozzese.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.