ASCOLI PICENO – Diminuisce il numero di controversie per il recupero di imposte quali Irpef, Ires, Iva, ma anche per tributi locali come Imu, Tari e bolli auto, che riguardano aziende e privati cittadini. E’ il dato emerso durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario della Commissione Tributaria regionale delle Marche ad Ancona.

Il calo riguarda sia le controversie arrivate in secondo grado alla Commissione nel 2018 (1.410, -26%), sia quelle in primo grado nelle Commissioni tributarie provinciali: Pesaro Urbino (-20%), Ancona (-16%), Macerata (11%) e Ascoli Piceno.

In aumento invece le controversie decise, 1.149, +29% per la Ctr (Commissione Tributaria regionale), e quelle pendenti, 8.798, +4%. Le controversie pervenute totali, tra Commissione tributaria regionale e commissioni provinciali sono 3.550, quelle decise 3.805 e quelle pendenti 11.248. Il presidente della Ctr Alfonso Lauro ha lanciato l’allarme sulla carenza di personale, a causa della quale le Commissioni tributarie sono a rischio chiusura.


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.