ASCOLI PICENO – L’altro giorno una collina del Piceno, alle porte del capoluogo, è stata interessata da un incendio.

I Vigili del Fuoco, tramite anche un Canadair, sono stati impegnati nello spegnimento delle fiamme a Colonnata Alta, vicino Ascoli. In ausilio sono intervenuti i Carabinieri Forestali.

Gli accertamenti tecnici e le prime indagini eseguite nell’immediatezza del fatto dai militari intervenuti hanno permesso di individuare il responsabile dell’incendio: un agricoltore della zona, intento nei lavori di ripulitura di un fondo agricolo.

I militari hanno immediatamente ispezionato il perimetro, con l’incendio ancora in atto, al fine di individuare il luogo di origine e il punto d’innesco. Tale attività ha condotto a scoprire in breve tempo l’autore delle operazioni di ripulitura del terreno.

L’incendio ha interessato una superficie boscata per un totale di circa due ettari, costituita prevalentemente da un bosco ceduo di roverella.

L’agricoltore è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria competente per il reato di incendio boschivo cagionato che prevede la pena della reclusione da uno a cinque anni.

Si tratta dell’ennesimo incendio boschivo causato dall’accensione di fuochi per l’abbruciamento di residui vegetali di potature o ripuliture di terreni incolti.  

“È importante che in questo periodo caratterizzato da lunga siccità e dalle particolari condizioni meteo (vento e temperature miti), si eviti di bruciare residui vegetali che spesso sfuggono di mano, trasformandosi in pericolosi incendi boschivi” fanno sapere i Carabinieri Forestali

Qui l’articolo di due giorni fa

Incendio a Colonnata. Tre mezzi a terra impegnati nelle operazioni di spegnimento oltre al Canadair


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.