ASCOLI PICENO- Intenso, poetico, ricco di suggestioni e di emozioni il film di Elisabetta Sgarbi ha fatto centro con il pubblico ascolano alla sua prima proiezione in sala, al nuovo cinema Piceno, la sera di venerdì 29 marzo. La sceneggiatura è stata scritta insieme ad Eugenio Lio e il film vanta un cast di attori internazionale: Lucka Pockaj, Elena Radonicich, Gabriele Levada, Branko Zavrsan, Ivana Pantaleo, Roberto Herlitzka, Adalberto Maria Merli, Paolo Graziosi, Claudio Candiani, Giorgio Moretti, Claudio Magris, Giorgio Pressburger. La pellicola, della durata di 80 minuti è prodotta e distribuita da Rai Cinema, Istituto Luce Cinecittà, e Betty Wrong ed ha partecipato alla 36^ edizione del Torino Film Festival.

Francesca Filauri Presidente dell’associazione “Culturalmente Insieme” ha presentato Elisabetta Sgarbi e Eugenio Lio prima della proiezione, ricordando che il film è approdato ad Ascoli grazie all’invito rivolto alla regista dalla sua associazione. Presente anche il vice sindaco Donatella Ferretti che ha fatto i suoi ringraziamenti per l’organizzazione di questo evento a “Culturalmente insieme” dichiarandosi onorata per la presenza nella nostra città di Elisabetta Sgarbi e di Eugenio Lio.

La trama non può essere svelata in quanto sono in programma altre due proiezioni del film sempre al Nuovo Cinema Piceno, domenica 31 marzo alle ore 16.00 e mercoledì 3 aprile alle ore 18,30. In breve, si può dire però che si tratta di una storia di raffinata ricercatezza espressiva ed emotiva, un racconto impreziosito da una superba fotografia (a cura di Andrés Arce Maldonado) e da un’accuratezza nei dettagli, nell’uso delle luci e dei primi piani degli interpreti, sempre molto intensi. I personaggi principali sono una donna slovena: Irena Ruppel e un uomo che vive alla foce del delta del Po qui in Italia: Gabriele Levada. I due sembrano incontrarsi per caso ma in realtà sono attratti l’uno dall’altra per cuore ed istinto. Intorno a loro ruotano altri personaggi per lo più femminili, come la ricercatrice Ivana e l’amica di Irena, Elena che li aiutano a ritrovarsi e a rintracciare il filo rosso che li lega, filo che parte e si dipana dalla identità di un uomo: Il Signor Sulcic appunto.

Si tratta di un intreccio di emozioni e mistero, molto ben costruito, con tempi piuttosto lenti per una adeguata comprensione. Sullo sfondo le vicissitudini di una famiglia che dopo la seconda guerra mondiale cambia vita e nome….e con essi anche il proprio destino e il destino dei protagonisti del film: Irena e Gabriele.

Le musiche bellissime e coinvolgenti sono curare dal Maestro Franco Battiato. 

Con l’occasione della presentazione del film, Elisabetta Sgarbi ha ricordato che quest’anno si festeggia il ventennale della manifestazione culturale “La Milanesiana” della quale è ideatrice e direttore artistico e come l’anno scorso raccoglierà l’invito dell’associazione “Culturalmente Insieme” e della sua presidente Francesca Filauri di fare tappa ad Ascoli. Non è stato rivelato il tema dell’edizione di quest’anno, ma le date si. Infatti la Filauri ha dichiarato che “La Milanesiana” sarà ad Ascoli il 17 e il 18 luglio.

 


Copyright © 2020 Riviera Oggi, riproduzione riservata.