ASCOLI PICENO – Celebra la produzione ceramica di Ascoli Piceno da fine Trecento ai giorni nostri, con un’ampia sezione dedicata ai ceramisti attualmente attivi nel territorio, la mostra “Con il fuoco e con la Terra, l’Arte della maiolica ad Ascoli Piceno dal XV secolo a oggi”, a cura di Giuseppe Matricardi e Stefano Papetti. Sarà aperta al pubblico dal 13 aprile al 3 novembre al Museo dell’Arte Ceramica.

E’ promossa dal Comune di Ascoli Piceno, insieme a Regione Marche, Anci Marche, Fondazione Cassa di risparmio di Ascoli e Accademia dei Maiolicari di Ascoli, con patrocinio di Mibac, Associazione italiana città della ceramica e Università di Camerino.

Dalla fine del XIV secolo Ascoli vantava numerose fabbriche di maiolicai specializzati nella decorazione della ceramica su smalto e la tradizione ha resistito al terremoto. Tra i soggetti scelti dagli artigiani la tipica ‘rosetta’, paesaggi rurali, torri merlate e richiami a dipinti dei pittori attivi in città dal Quattrocento, come Carlo Crivelli.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.