VERONA – È l’azienda vitivinicola “Ciù Ciù” di Massimiliano e Walter Bartolomei di Offida ad aggiudicarsi la quinta edizione del premio “Talenti e Imprese” che la Banca del Piceno ha creato per valorizzare le eccellenze imprenditoriali locali.
La cerimonia si è svolta oggi, lunedì 8 aprile, alle ore 14 presso lo stand della Regione Marche, alla presenza del vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, assessore all’Agricoltura, del vicedirettore della Banca del Piceno Francesco Merletti e di Walter Bartolomei dell’azienda “Ciù Ciù”.
La vicepresidente della Regione Marche, Anna Casini, assessore all’Agricoltura, evidenzia che “il premio rappresenta un’importante attestazione della qualità e del talento che il mondo enologico marchigiano riesce a esprimere con vitigni dalla forte identità territoriale. Rappresenta un riconoscimento e un incentivo a migliorare le produzioni, che trova pieno sostegno da parte della Regione”.
“Siamo orgogliosi – ha dichiarato il vicedirettore della Banca del Piceno Francesco Merletti– di premiare una delle cantine picene che più incarna l’espressione autentica del territorio ed al territorio ha dato voce con una vasta gamma di vini”.
L’azienda vitivinicola Ciù Ciù è stata fondata nel 1970 da Natalino Bartolomei e sua moglie Anna, ed è oggi guidata dai figli Massimiliano e Walter. Situata nell’area di produzione del Rosso Piceno Superiore, si estende su oltre 180 ettari di vigneto, coltivati in regime biologico, sempre con la concezione del vino come espressione più autentica del territorio.
Ciù Ciù vanta un’ampia gamma di vini rossi, bianchi, rosati e bollicine (per una produzione di 1,5 milione di bottiglie vendute oltre che in Italia, anche in Cina, Giappone, Stati Uniti, Australia, nord ed est Europa), premiati e apprezzati a livello internazionale: Forbes, ad esempio, ha inserito recentemente il Bacchus Rosso Piceno D.O.P. tra i dieci migliori vini europei.
“Questo riconoscimento ci rende particolarmente felici e orgogliosi – hanno dichiarato Massimiliano Walter Bartolomei– perché lo riceviamo da un’importante banca, la Banca del Piceno e perché è un simbolo di quanto sia fondamentale coltivare il talento nel territorio in cui si nasce. Questa è stata la filosofia di Ciù Ciù da sempre, dunque è estremamente gratificante vederla premiata”.
“Il “Melograno d’argento” – ha dichiarato il Presidente della Banca del Piceno Aldo Mattioli– simbolo dei frutti che possono scaturire dell’unione anche quest’anno è stato consegnato ad un’azienda vitivinicola, Ciù Ciù di Offida, che proprio dall’unione tra la tradizione e la capacità d’innovarsi trae la sua forza”.

Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.