MONTEMONACO- Dopo la data a Palmiano, annullata a causa del maltempo, appuntamento che sarà recuperato giovedì 25 aprile, il Festival dell’Appennino invita tutti a festeggiare la Pasquetta a Montemonaco.

Il Festival dell’ Appennino, nato nel 2011 quale iniziativa dell’Amministrazione Provinciale di Ascoli Piceno per contribuire al sostegno e alla riscoperta del territorio montano piceno, è organizzato dall’Associazione Culturale “Appennino Up” che per l’edizione inverno-primavera 2019 ha ricevuto il sostegno e il contributo del Mibact e della Regione Marche.

Grande sostegno all’iniziativa giunge ogni anno anche da Comuni, Pro Loco e comunità locali che collaborano per rendere ogni appuntamento del Festival unico e indimenticabile.

Lunedì 22 aprile nelle splendide zone montane di Montemonaco, il Festival dell’Appennino propone un evento dal titolo “Le sibille” ispirato al mito e alla leggenda che tanto caratterizza il nostro entroterra.

L’appuntamento è per le ore 8:45 a Montemonaco per la partenza dell’escursione che durerà circa 3 ore ed è adatta a tutti. Come consueto, la guida del Festival ricorda che sono obbligatori gli scarponi da trekking e sono consigliati giacca impermeabile, indumenti di ricambio, borraccia, zaino media capacità e, per chi desidera, anche bastoncini per aiutarsi nel cammino.

Alle 13 ci sarà la possibilità di pranzare nei ristoranti convenzionati previa prenotazione telefonica. Tutti i recapiti sono disponibili sul sito www.festivaldellappennino.it

Alle 16 e 30 il Festival offre a tutti gli escursionisti e a quanti vorranno raggiungere Montemonaco un concerto di grande effetto. Nell’auditorium Chiesa San Michele si esibiranno Patrizia Bovi e Leah Stuttard in “Le dodici Sibille”. Si tratta di un concerto di musica antica eseguito da due artiste di fama internazionale. Saranno riproposti brani antichi, interpretati da due voci straordinarie che girano il mondo con i loro concerti. Patrizia Bovi è una delle massime esperte di musica medievale e rinascimentale e contribuisce a far rivivere, nei suoi spettacoli, la musicalità e l’atmosfera di tempi lontani. Leah Stuttard è un’arpista medievale, cantante, compositrice, arrangiatrice e musicologa.
Insieme proporranno un concerto ispirato alle Sibille nella culla della Sibilla Appenninica. Si ricorda che il concerto, come tutte le proposte del Festival dell’Appennino, sono gratuite.

L’appuntamento di lunedì 22 aprile conclude il cartellone, ma giovedì 25 aprile si recupererà la data di domenica scorsa quando, a causa del maltempo, il Festival dell’Appennino ha dovuto annullare l’evento “Trek, food e magia” a Palmiano.

Giovedì 25 aprile l’appuntamento è a Palmiano per un trekking adatto a persone anche poco allenate. Il ritrovo è fissato per le ore 8:45 per percorrere un anello di circa 7 km intorno al paese. Il dislivello in salita e discesa è di 400 metri e l’intero anello sarà percorso in circa due ore e mezza.

Alle ore 11 e 30 presso il Salone della Protezione Civile il Festival dell’Appennino ospiterà uno show cooking con lo Chef Alessandro Camillo D’Addazio, chef di cucina e consulente per l’industria alimentare e la ristorazione, insegna alla Scuola Alberghiera di Ascoli Piceno. D’Addazio preparerà mini hamburger di salame marchigiano con salsa al Rosso Piceno superiore, con purè di patata
viola all’olio extravergine di oliva.

Alle ore 13 sarà possibile pranzare con il menù curato dalla Pro Loco di Palmiano che prevede: uova strapazzate con carciofi, chips di cipolla rossa, gnocchi al ragù, hamburger con puré di patate, dolce, acqua e vino. Il tutto al prezzo di 15 euro (obbligatoria la prenotazione inviando un messaggio a 335-6223577 indicando: nome e cognome, numero di persone e data evento).

La giornata di domenica si concluderà uno spettacolo di musica popolare a cura di Ziga Trio.

Per info: www.festivaldellappennino.it. 


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.