ASCOLI PICENO – Lunedì 22 aprile, il campionato di Serie B scende in campo per la 34a giornata. Al Del Duca, si affronteranno Ascoli e Venezia, in una gara importantissima per i bianconeri, che con una vittoria possono allontanarsi definitivamente dalla zona retrocessione; i 3 punti sarebbero altrettanto importanti per il Venezia, totalmente immerso nella zona rossa della classifica.

Tuttavia, al di là di tutto questo, la sfida del Del Duca sarà speciale per un altro motivo: la gara di Pasquetta, infatti, segnerà il ritorno ad Ascoli, a quasi un anno di distanza, di Serse Cosmi, questa volta come avversario, in quanto allenatore in carica dei veneti. Una gara speciale, dunque, per il tecnico perugino che si troverà di fronte i bianconeri, con i quali ha conquistato una insperata salvezza, nella scorsa stagione, dopo un doppio, durissimo, play-out contro la Virtus Entella.

Un compito tutt’altro che facile quello a cui Cosmi era stato chiamato: raccoglieva un Picchio ultimo in classifica, dopo un inizio di campionato molto complicato, sotto la guida della coppia Fiorin-Maresca. Sono 27 gli incontri sulla panchina bianconera – comprese le 2 gare play-out -, nel corso dei quali l’allenatore umbro ha raccolto 8 vittorie, 10 pareggi e 9 sconfitte. Un percorso difficile e terribilmente accidentato, fatto di alti e bassi, di momenti di grande speranza, ma anche di grande sconforto, con una salvezza che, a volte, sembrava possibile, mentre, in altri momenti, sembrava solo un miraggio.

Un’avventura, quella di Cosmi, iniziata, il 9 dicembre 2017, in casa, proprio contro la Virtus Entella; la gara fini con un beffardo 1-1, con l’Ascoli raggiunto dopo essere stato in vantaggio per gran parte del match. Un risultato tutt’altro che ben augurante, ma che non ha scoraggiato il tecnico umbro, capace di rimboccarsi le maniche e di riuscire a dare un’anima ad una squadra che sembrava abbastanza rassegnata. E, infatti, sono arrivati i play-out: conquistati all’ultima giornata, in casa contro il Brescia, con un 0-0 dal finale palpitante, con gli ospiti, nei minuti finali, ad un passo dal vantaggio che avrebbe condannato l’Ascoli alla retrocessione.

Poi, la doppia sfida con i liguri in due gare tecnicamente non spettacolari, ma drammaticamente emozionali, finite entrambe a reti bianche. Infine, la gioia di Cosmi per un risultato incredibile; le immagini di gioia un uomo che grazie al suo carisma e alla sua personalità dirompente, oltre che alle sue capacità come allenatore, è riuscito a spingere la squadra oltre quelli che sembravano limiti insormontabili.

Sono quelle le ultime immagini come allenatore dei bianconeri, prima del cambio societario che lo ha allontanato da Ascoli. Chissà se, con un’altra situazione e un altro ambiente, il sodalizio tra il Picchio e Cosmi sarebbe continuato.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.