OFFIDA – Si guarda al voto amministrativo del 26 maggio cercando di ripartire dalla storia recente. Dagli anni ’90, infatti, i sindaci vengono scelti con indicazione diretta da parte dei cittadini e lo stesso avverrà in questo 2019. Ad Offida da all0ra si sono sempre imposti sindaci dell’area di centrosinistra, con affermazioni mai scese sotto il 50%, come confermano i dati dello studioso e storico grottammarese Gianluca Traini.

Lucio D’Angelo, rieletto nel secondo mandato nel 2004, ha ottenuto il più alto numero di preferenze (71,12%) e voti (2598) mentre la seconda vittoria di Valerio Lucciarini ha fatto registrare per la prima volta un numero di preferenze per il sindaco eletto inferiore a duemila, anche in considerazione della maggiore presenza di avversari, va detto. In calo la partecipazione al voto, scesa di 10 punti dal 1995 al 2014.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.