ASCOLI PICENO – La coalizione di centrodestra presenta nella nuova sede elettorale in corso Vittorio Emanuele le liste Forza Ascoli, Cittadini in Comune, Noi siamo Ascoli e Per Ascoli che appoggeranno Marco Fioravanti nelle prossime elezioni amministrative in programma il 26 maggio.

“Stasera inauguriamo ufficialmente la sede che accompagnerà queste quattro liste – le parole del padrone di casa, l’assessore Gianni Silvestri –  sarà una campagna elettorale dura e che speriamo ci porterà alla vittoria. Lealtà, coerenza ed affidabilità sono le parole scelte, siamo il vero centrodestra, parlano di noi e di quello che siamo sempre stati. Con Guido Castelli abbiamo trascorso insieme 10 anni importanti ed è sotto gli occhi di tutti quello che è stato raggiunto, voglio ricordare soprattutto il polo universitario pensando ai giovani che sono al centro dei nostri pensieri. Faremo un contratto di governo con una quindicina di punti, non abbiamo altri interessi se non far crescere Ascoli; sfido chiunque a governare una città dopo il terremoto e tutto quello che ha comportato”.

“Sarà una campagna impegnativa perché qualcuno ha fatto altre scelte – continua Silvestri – il centrodestra siamo noi, non fatevi abbindolare da altre opinioni, la differenza la fanno i simboli. Voglio credere in questa città e con Marco Fioravanti vogliamo fare grandi cose, abbiamo delle idee senza dimenticare quello che è stato fatto. Ho fatto un passo indietro e potevo smettere di fare politica, ma noi crediamo fortemente in Marco e nella sua gioventù, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Sarebbe il caso che chi si candida a sindaco lasci la poltrona da consigliere regionale, troppo facile farlo solo se verrà eletto”.

“Grazie ai candidati che ci mettono la faccia e si prendono le responsabilità – afferma il sindaco Guido Castelli – e grazie a chi ha messo in piedi questo mondo, a Gianni in particolare, sono cresciuto  con lui e in questi dieci anni è sempre stato presente con la sua agenda. Aveva tutte le carte in regola per fare il sindaco ma sono state fatte altre scelte e Gianni si è adattato senza fare storie. Abbiamo passato 10 anni complicati con la crisi finanziaria più importante del mondo, negli ultimi due anni e mezzo abbiamo dovuto fare altro rispetto a quello che avevamo in mente, il sisma ha scombussolato i nostri piani. Ho conosciuto Marco  dieci anni fa davanti i cancelli della Manuri, ha i numeri e la squadra sufficienti per guidare questa città con il contributo di tutti. La chiave sarà essere uniti e vicini come lo siamo ora, garantendo a questa città una difesa verso chi ama così poco Ascoli da voler togliergli anche l’ospedale“.

“Ringrazio le quattro liste della coalizione e tutti i rappresentanti – afferma il candidato sindaco Marco Fioravanti – quando si parte per una battaglia tutti devono essere consapevoli di quello che ci aspetta. C’erano varie candidature possibile, Gianni aveva tutti i requisiti per fare il sindaco ed aveva anche più esperienza di me; a Roma sono stato scelto io, sono giovane ma penso che l’aspetto umano sia fondamentale: chiedo a Gianni ed a tutti di starmi vicino, il valore della squadra è fondamentale, ci sono grandi problemi e dobbiamo rappresentarli tutti, soprattutto nelle frazioni e nel centro storico”.

“L’impegno è di fare un programma di 15 punti -prosegue Fioravanti – realizzabili senza vendere sogni. C’è chi guarda alla politica come servizio, ed è questo che unisce la nostra squadra; valorizzando la squadra, insieme, faremo rinascere la città. Questa è una sfida importantissima per la città: o prende il volo o può schiantarsi, diffidate da chi fa promesse elettorale e vi dirà che tutto è facile. Noi ci siamo e ci saremo sempre, non come chi si presenta ogni 5 anni; se parlano di noi è perché non hanno argomentazioni sulla città. L’umanità e l’intelligenza dimostrata da Gianni a non fare discorsi personalistici devono essere da modello per noi giovani”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.