ASCOLI PICENO – Finisce 1-2 Ascoli-Palermo con le reti di Moreo al 60′, Addae al 63′ e Haas al 86′, una sconfitta per i bianconeri già salvi che chiude definitivamente il sogno play off; i rosanero si portano ad un punto dal secondo posto occupato dal Lecce e si giocheranno la promozione diretta nell’ultima giornata del campionato.

L’allenatore dell’Ascoli Vincenzo Vivarini: “Non riesco a digerire le sconfitte ma bisogna metterle in conto; oggi abbiamo fatto una buona prestazione e mostrato cose positive. L’arbitro? Ormai ci siamo abituati. Ritengo che il lavoro di un allenatore sia molto complesso, quest’anno abbiamo lavorato tanto e gettato le basi per qualcosa di più importante. Sono soddisfatto perché tra mille difficoltà siamo arrivati ad essere comunque sempre competitivi; non mi piace parlare troppo dei problemi, però mai come quest’anno abbiamo dovuto affrontarne ogni giorno. Penso ad esempio al reparto offensivo, non siamo mai riusciti a dargli continuità per via degli infortuni. Sono soddisfatto comunque perché ho lavorato tanto ed è una cosa che mi piace fare, appena arrivato ho trovato ragazzi che venivano da retrocessioni o salvezze conquistate alla fine e con mentalità difensive“.

Il tecnico del Palermo Delio Rossi: “Una squadra deve avere un suo carattere, da sviluppare in base alle caratteristiche dei giocatori. Sono arrivato da 10 giorni e giocato 3 partite, quindi pochi allenamenti. Sono andato al Palermo perché credo nella promozione, che potrebbe passare per i play off. L’Ascoli ha fatto la sua partita, noi avevamo motivazioni diverse e dovevamo chiuderla già nel primo tempo. Mazzone? Non ci siamo incrociati ma mi rivedo molto caratterialmente in lui, è una delle poche persone vere in questo mondo”.

Il portiere dell’Ascoli Ivan Lanni: “Sono qua da 5 anni, sono successe tante cose ed il traguardo delle 150 presenze mi rende felice. Ho avuto diversi problemi che dopo un percorso di recupero sono spariti, ringrazio il mister che mi ha dato fiducia e mi ha ributtato dentro dopo due infortuni. L’anno scorso è stata una stagione difficile, adesso però sto bene e sono pronto a rigiocarmi il posto anche nella prossima stagione. Abbiamo perso

parecchi punti per strada che ci avrebbero permesso di fare un altro campionato. Lo spogliatoio ad Ascoli è sempre stato ottimo, potevamo essere scarsi ma non ci sono mai stati problemi”

Il difensore del Palermo, l’ex bianconero Giuseppe Bellusci: “Abbiamo tanta qualità ma non siamo riusciti a vincere il campionato, il mister è un maestro di calcio anche se ha bisogno di tempo. L’applauso dei tifosi? Sono loro che hanno dato di più a me, ogni volta che torno mi fa estremamente piacere, mi è dispiaciuto averli sconfitti ma avevano già raggiunto l’obiettivo e fatto un buon campionato. I play off? Ce la giocheremo”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.