SPINETOLI – Per Alessandro Luciani, candidato sindaco per Solidarietà Lavoro e Partecipazione, la priorità, nel suo primo mandato, è stata garantire la sicurezza.

Negli ultimi anni, il comune di Spinetoli ha investito diverse risorse per garantire ai propri cittadini scuole sicure, tramite la vulnerabilità sismica, e un piano di emergenza comunale, obbligatorio in Italia. Il tutto ha avuto un costo. Inoltre, è partito l’iter per la variante al piano regolatore fermo da decenni, per far ripartire il territorio.

“Abbiamo dato la priorità a questi tre punti – commenta Luciani – per programmare quello che sarà il futuro di Spinetoli. È vero, lo sappiamo bene, il decoro urbano è importante ma a fronte dei problemi che abbiamo avuto con il terremoto, soprattutto, e la neve, come potevamo non concentrare tutti i nostri sforzi e le risorse, sulla sicurezza? E aggiungo, a questo proposito, che è stata già affidata la gara per il sistema di videosorveglianza”.

Tanti sono stati gli investimenti che il Comune di Spinetoli ha improntato in questi anni, e se ne vedrà il frutto nel prossimo mandato.

“Ora che abbiamo provveduto a risolvere i problemi legati alla sicurezza – conclude Luciani – potremo dedicarci al decoro urbano, agli asfalti e a tutto ciò che è doveroso da fare per rendere il nostro territorio sempre più bello e accogliente. Posso anticipare che sono stati affidati i lavori per il primo stralcio di asfalti per 75mila euro. Lavori che cominceranno nei prossimi giorni”.


Copyright © 2019 Riviera Oggi, riproduzione riservata.